BERE UN BICCHIERE DI BIRRA AL GIORNO FA BENE AL SESSO E PRESERVA IL COLESTEROLO, MA IN UN INTERO ANNO FA INGRASSARE DI 5 KG. È ARRIVATO IL MOMENTO DI FARE CHIAREZZA

“Quando la bevo sto benissimo: l’umore è allegro, il cuore contento e il fegato felice”. A cosa si riferisce questa frase? Alla birra naturalmente. Ma se pensate che a dirla sia stato un alticcio irlandese a Temple Bar o un tedesco ubriaco durante l’Oktoberfest siete completamente fuori strada. Si tratta di una frase riportata su di una tavoletta sumera risalente al 3600 a.C. Una delle più antiche testimonianze sulla birra.

Anche gli antichi Sumeri ne andavano pazzi e sono numerose le testimonianze che lo dimostrano. Pare proprio che siano stati loro a scoprire – per citare un proverbio tedesco – che “l’acqua può diventare anche una buona bevanda se mescolata con malto e luppolo”. Una scoperta felice che senza fatica è arrivata a noi, attraversando varie epoche. Tutti, da Martin Lutero a William Shakespeare, fino allo scrittore tedesco Goethe, hanno apprezzato il sapore della birra. E se all’epoca si beveva solo – si fa per dire – per il gusto di bere, oggi possiamo farlo con una nuova consapevolezza. Numerosi studi hanno dimostrato infatti i benefici della birra, ma anche un suo limite. E allora bere birra fa bene o no? È arrivato il momento di far chiarezza: 6 punti per raccontarvi tutta la verità sulla migliore alleata dei nostri barbecue. Perché come diceva William Shakespeare: “Una pinta di birra è un pasto da re”.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

1 – BERE BIRRA FA BENE: PRESERVARE IL COLESTEROLO BUONO PER PREVENIRE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

È ormai appurato che la birra sia un prodotto sano e un suo consumo moderato può essere una valida misura preventiva per la salute quasi quanto il controllo del proprio peso corporeo, dell’esercizio fisico e di un regime alimentare sano. È stata persino rivalutata in regimi dietetici ipocalorici. Uno degli aspetti che rende la birra un prodotto così sano è la sua attitudine a preservare il colesterolo buono (Hdl). Così facendo aiuta a prevenire problemi cardiovascolari con tutte le patologie che ne conseguono. A sostenerlo numerose ricerche e test portate avanti negli anni. Un primo esempio viene dalla Cina: qui è stato effettuato uno studio sulla relazione tra birra, cuore e colesterolo, condotto su un campione di 80mila persone. Una ricerca lunga sei anni che ha dimostrato come una birra piccola al giorno fosse in grado di rallentare la diminuzione del colesterolo buono. Mentre nei soggetti in cui l’assunzione di birra era inferiore, il livello diminuiva molto più rapidamente.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

2 – BERE BIRRA E SALUTE: UNA “MEDICINA” CONTRO ICTUS E ATTACCHI CARDIACI

Un altro studio a favore del consumo – moderato – di birra è stato condotto in Olanda dal dottor Henk Hendriks e dalla sua equipe dell’Istituto di Nutrizione e Ricerca sul Cibo. Se infatti era già noto come qualche bicchiere di vino rosso contribuisse a prevenire alcune delle più diffuse patologie cardiache, la ricerca olandese ha dimostrato che anche la birra, consumata con moderazione, può portare alcuni benefici per quanto riguarda la prevenzione di problemi cardiaci.

La birra è infatti ricca di vitamina B6, in grado di prevenire nel corpo umano l’aumento di un particolare tipo di aminoacidi chiamato ‘omocistrina’, che si ritiene possa provocare un incremento del rischio di attacchi di cuore. La ricerca olandese, pubblicata su Lancet – rivista scientifica inglese sulla medicina – è stata condotta su un campione di 111 soggetti sani che, a cena, hanno bevuto per tre settimane birra, vino rosso o superalcolici e acqua. I ricercatori hanno scoperto che i livelli di omocistrina non aumentavano dopo il consumo di birra mentre crescevano quando i soggetti assumevano vino o superalcolici.

 Inoltre, in coloro che avevano bevuto birra è stato possibile registrare un aumento del 30 % del livello di vitamina B6 nel sangue. “Un moderato consumo di alcol – ha detto il dott. Hendriks alla Bbc radio- può avere effetti salutari sul corpo umano, e uno di questi è un significativo aumento del colesterolo Hdl (ad alta densità di lipoproteine), quello ‘buono'”. Le due teorie convergono quindi verso i soliti risultati, sarebbe assurdo si trattasse di una coincidenza.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

3 – BERE BIRRA: CONTRO INVECCHIAMENTO, STRESS E DEPRESSIONE

Il contributo offerto nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, seppur il più rilevante, è solo uno degli effetti positivi prodotti dalla birra sul nostro corpo. Non dobbiamo dimenticare come altri studi in passato abbiano riconosciuto altri aspetti a favore del bere birra. Una di queste è la capacità di combattere l’invecchiamento dei nostri organi, in particolare dell’apparato digerente. Non si tratterà di un elisir di lunga vita al pari del “porcetto e cannonau” di cui si nutrono i centenari sardi, ma l’orzo contenuto nella birra fornisce vitamina B e fibre solubili in grado di favorire il transito intestinale e di permettere una regolare digestione.

Inoltre il luppolo contiene proprietà lenitive utili a combattere stress e depressione. Sarà per questo motivo che il nostro subconscio quando siamo un giù di tono ci consiglia di andare a bere una birra con gli amici? Forse. Certamente è sempre meglio di farmaci e ansiolitici.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

4 – BERE BIRRA: VITAMINE E NON SOLO, IL TOP PER UNA DIETA SANA E EQUILIBRATA

Se ancora non dovesse bastare, non dimentichiamo la capacità della birra di venire in nostro soccorso e trasformarsi, all’occorrenza, in una sorta di integratore vitaminico. Il lievito fornisce infatti le vitamine B1, B6 e B9: sono queste che mantengono bassi i livelli di omocitesina nel sangue e riescono, come visto, a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre è il suo apporto di vitamine e di sali minerali essenziali che rende la birra parte integrante di una dieta sana e ben bilanciata: avete presente i crampi? Ecco, una buona birra può aiutarvi a prevenire anche quelli grazie alla notevole quantità di potassio che presenta.

Se c’è una cosa di cui invece è povera – buon per noi- è il sodio. La piccola particella intrappolata nella bottiglia d’acqua di una vecchia reclame anche nella birra dovrà fare a meno di amici vista la esigua quantità presente al suo interno. Oltre ai sali minerali, la nostra fedele amica di innumerevoli barbecue è anche fonte di fibra solubile che deriva dalle pareti cellulari del malto d’orzo. Un altro elemento di cui la birra è ricca sono gli agenti antiossidanti: si tratta di piccole molecole immediatamente disponibili per l’organismo, oltre che potenziali alleati nella lotta contro alcune forme tumorali tra cui il cancro al seno e alla tiroide.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

5 – BERE BIRRA E SESSO: UN VERO E PROPRIO VIAGRA NATURALE PER LUI (MA ANCHE PER LEI)

“Bere birra aiuta a fare sesso”, ad affermarlo è la sessuologa e terapista di coppia americana Kat Van Kirk nel suo libro “The married sex solution: a realistic guide to saving your sex life”, dove spiega come sia un vero e proprio toccasana per l’attività sessuale degli uomini. In che modo? Innanzitutto aiuta a combattere l’eiaculazione precoce. Come spiega la dottoressa Van Kirknel suo libro, la birra è ricca di fitoestrogeni sostanze naturali simili agli estrogeni che hanno la capacità di aiutare il soggetto a ritardare l’eiaculazione.

Sempre all’interno del suo libro leggiamo inoltre che la birra, in particolare la scura, aumenta la libido: secondo la sessuologa, ciò dipende dalla maggiore presenza di ferro contenuta dalle birre scure rispetto alle chiare. Ed è proprio l’aumento di questa sostanza a stimolare la produzione di globuli rossi e la circolazione, fattori che renderebbero l’erezione più facile e più frequente.

Tra tutte le scure la sessuologa ne individua in particolare una. Per rendere le vostre prestazioni sessuali ancor più soddisfacenti – se mai doveste averne la necessità –  dovete bere la Guinness. Oltre a essere più digeribile rispetto ad altre birre, la famosa stout irlandese viene considerata un vero e proprio viagra naturale. “L’azienda – spiega la dottoressa – usa il ginseng, il ginkgo biloba, la damiana per aumentare il desiderio sessuale e stimolare il sistema nervoso”. Pubblicità per il colosso di Dublino? Non spetta a noi giudicare. Nel dubbio però non ci resta che provare.

BERE BIRRA - TUTTA LA VERITÀ

BERE BIRRA – TUTTA LA VERITÀ

6 – BERE BIRRA: CONTRONDICAZIONI? LA “PANCIA ALCOLICA”

Ma attenzione. Il famoso proverbio latino che invita ad abbondare è bene non applicarlo al bere birra. O almeno non se non volete ritrovarvi un enorme serbatoio al posto dell’addome. Il consumo di alcol infatti ingrassa tanto quanto il cosiddetto “junk food” – o cibo spazzatura se preferite – e basta tracannarsi più di una bottiglia di birra al giorno per accumulare 5 chili in un anno. Un’indagine del Cancer Council di Victoria sulle calorie nascoste nelle bevande alcoliche rivela che alcune tra le più popolari – birra inclusa –  hanno un numero di calorie simili a barrette di cioccolato e merendine. Un abuso della birra potrebbe quindi vanificare i suoi effetti benefici portando dritto ad un unico risultato: una pancia di notevoli dimensioni in bella vista.

L’importante quindi è non cedere agli eccessi: il che significa consumare massimo 2 bicchieri da 0,25 cl di birra al giorno (tanti ne bastano per giovare dei suoi effetti benefici). In questo modo si assumeranno infatti dai 20 ai 30 gr. di alcol, rimanendo all’interno della dose consigliata dai medici. Quindi bere si, ma con moderazione.

Un ulteriore valido motivo per non rinunciare a una buona birra infatti, ce lo offre uno studio condotto su un campione di circa 60.000 danesi, uomini e donne, pubblicato su European Journal Clinical Nutrition: chi beve birra dimostra di seguire un drinking pattern (modello di comportamento), ritenuto il più assennato tra tutte le categorie di bevitori. E allora che birra sia: Prosit!

di Davide Perillo 12/01/2017