PAOLO BERNINI, DEPUTATO VEGANO E ANIMALISTA CONVINTO, HA LICENZIATO SENZA GIUSTA CAUSA IL SUO ASSISTENTE PERCHE’ CARNIVORO E NON CONDIVIDEVA IN PIENO LE SUE BATTAGLIE  ORA IL TRIBUNALE LO OBBLIGA A RISARCIRE L’EX PORTABORSE

La storia ricalca un copione al quale, purtroppo, siamo tristemente abituati.  Il politico di turno licenzia senza giusta causa il suo assistente e lo mette alla porta. L’assistente, licenziato ma non fesso, si rivolge ad un giudice e il Tribunale, dopo aver studiato le carte, conferma quanto sospettava l’assistente ed emette una sentenza esecutiva : “licenziato senza giusta causa e obbligo da parte del deputato di risarcire l’ex portaborse”.

Protagonisti di questa vicenda Paolo Bernini, deputato bolognese e Lorenzo Andraghetti (ex) assistente parlamentare.

Paolo Bernini

Paolo Bernini

Ma perchè Andraghetti è stato messo alla porta? Perchè in quanto carnivoro non condivideva appieno le battaglie veg del politico bolognese. «Bernini mi ha detto che non ero vegano come lui e che per questo avrei perso il posto di collaboratore – aveva detto Bernini nell’ottobre del 2016 – Non credo che questi fossero i veri motivi. Credo che Bernini abbia ricevuto qualche diktat dall’alto. 

Chissà se si è trattato di una scusa o se è stata questa la vera motivazione dell’onorevole Bernini. Fatto sta che una sentenza emessa dal Tribunale del Lavoro ha obbligato il politico a risarcire Andraghetti pagando le mensilità arretrate.

Ad oggi però l’ex portaborse non ha ancora visto un euro e ha assunto un nuovo collaboratore (questa volta vegano). Il caso è finito alla ribalta grazie ad un servizio delle Iene, la storica trasmissione di Italia 1. 

Ora bisogna dire a chiare lettere che non tutti i vegani sono così estremisti e radicali da arrivare a licenziare un collaboratore solo perchè onnivoro, non tutti i politici sono come Paolo Bernini e si rifiutano di accogliere la sentenza di un Tribunale e non tutti i deputati 5 stelle, partito al quale appartiene l’onorevole, hanno questo atteggiamento e si comportano così. 

schermata-2017-11-29-alle-10-10-49

Se facessimo di tutta l’erba un fascio ci ridurremmo alla stessa stregua dei vegani che vedono in ognuno di noi dei volgari mangiacadaveri. Noi siamo diversi e sappiamo discernere i nazivegani dai vegani non pericolosi, i politici seri dai quaquaraqua e 5Stelle per bene da quelli fraudolenti.

Nel grande libro che racconta la diatriba tra vegani e carnivori ora si aggiunge quest’altra pagina. Ed è una pagina che racconta l’ennesima botta di matto da parte del vegano di turno. Ma una vita normale, no? 

di Daniela Chiappetti 29 Novembre 2017

GUARDA IL VIDEO DELLE IENE   

https://www.iene.mediaset.it/video/onorevole-vegano-caccia-assistente-carnivoro_12834.shtml