UNA CLASSIFICA BASATA SUI PREZZI DELLA CARNE POSIZIONA GLI ELVETICI AL PRIMO POSTO TRA LE NAZIONI  DEL VECCHIO CONTINENTE IN CUI FARE IL BARBECUE COSTA DI PIÚ. 
La Svizzera è il Paese al mondo dove fare un barbecue costa di più, mentre Danimarca, Belgio, Austria e Francia hanno il primato per l’Ue. L’Italia è un po’ sopra la media. Polonia e Bulgaria sono invece gli stati europei dove la grigliata è più economica, Brasile, Ucraina e Colombia sono i luoghi del mondo dove le carni costano meno.
Classifica dei barbecue "più cari" d'Europa

Classifica dei barbecue “più cari”

È quanto emerge confrontando dati Eurostat sui prezzi della carne nei differenti Paesi Ue con il ‘meat price index’ costruito dalla società privata Caterwings. Prendendo a riferimento il prezzo della carne a livello Ue nel 2016, ma senza fare distinzioni tra qualità, categorie o tagli, Eurostat conclude che i costi più alti sono in Danimarca (40% in più), e i più bassi in Polonia (47% in meno). In Italia il prezzo è superiore del 15% alla media Ue, meno di Francia (31%) e Germania (22%).
Classifica dei barbecue "più cari" d'Europa

Classifica dei barbecue “più cari”

Secondo il meat price index di Caterwings, che fa invece differenza tra carni di pollo, manzo, maiale, agnello e pesce, un danese medio deve lavorare solo un’ora per comprare una bistecca di manzo, a differenza delle oltre 4 ore dei polacchi e delle 5 ore e mezzo dei bulgari e delle poco più di 4 ore per un italiano.  Gli indonesiani devono superare le 23 ore. Per quanto riguarda i prezzi il nostro paese si trova a metà dell’indicatore, con valori di poco superiori alla media mondiale.
Classifica dei barbecue "più cari" d'Europa

Classifica dei barbecue “più cari”

fonte: ANSA – 25/08/2017