NORDCOREANI E CINESI, RICERCATORI E GIORNALISTI, CHEF NAZIONAL POPOLARI E SPACCIATORI: IL PARTITO DEI DETRATTORI DEL BARBECUE NON DEMORDE. MA NON MOLLA NEANCHE IL PARTITO DEI SUOI SOSTENITORI CHE ROVESCIA LE CRITICHE CON INIZIATIVE E INVENZIONI STRAVAGANTI

Nel bene o nel male il barbecue è sempre protagonista. Che sia sul web o sulla carta stampata, in televisione o alla radio riesce comunque ad attirare l’attenzione del pubblico. A volte suo malgrado. Perché al centro di notizie curiose o bersaglio di critiche strampalate. Ma come spesso capita le critiche se esagerate producono l’effetto opposto. Ad esempio, accusare il barbecue di essere la causa prima dell’inquinamento globale può incuriosire certo ma anche suscitare sorrisi sardonici. Oppure definire la carne affumicata “carne bollita” significa scambiare l’acqua con il fuoco o se si preferisce prendere fischi per fiaschi.

Per fortuna ci sono anche delle chicche che suscitano simpatia. Come il barbecue messaggero di pace o le due invenzioni del secolo: il barbecue parfum e il robot pulisci griglia. E lo scopo di questo articolo è proprio quello di alternare dieci fra le notizie più curiose, alcune a favore altre contro il barbecue, con l’augurio di stemperare le rivalità.

serra2

Dieci notizie curiose sul barbecue – Michele Serra, giornalista dall’umorismo dissacrante

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : TROPPO BARBECUE, IL PIANETA SI AMMALA!

La prima notizia è in realtà una provocazione uscita dalla penna di Michele Serra. Il giornalista che tiene su l’Espresso la rubrica Satira Preventiva. E proprio su questa rubrica nel 2015, mentre era in corso la Conferenza di Parigi sul clima, ha scritto un articolo intitolato: Un barbecue inquina più di un peschereccio. O per essere più precisi “dieci volte più di un peschereccio e venti più di un Harley Davidson”. Ma nel complesso Serra sostiene che la situazione sia anche peggiore, perché ogni americano inquinerebbe nel weekend di solo barbecue quanto un Paese africano in un anno. Dopo aver auspicato che il barbecue diventi l’unità di misura per l’inquinamento globale, suggerisce una sorta di soluzione finale: “Invadere gli Stati Uniti e distruggere tutti i barbecue, accanendosi sui rottami”. Un accanimento decisamente eccessivo per uno strumento da cucina ma rispettiamo l’umorismo dissacrante dell’articolo.

polizia-cina

Dieci notizie curiose sul barbecue – Polizia anti smog a Pechino

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : LA POLIZIA CINESE A CACCIA DI BARBECUE

Se il barbecue inquina così tanto l’atmosfera, perché non bandirlo? È quanto hanno pensato le autorità cinesi per combattere lo smog a Pechino. Detto-fatto. A gennaio la polizia ambientale è sbarcata nella capitale della Repubblica Popolare. E da allora gli agenti anti-smog dànno la caccia agli appassionati del barbecue manco fossero criminali incalliti intenti a bruciare l’immondizia per strada. Il vero problema però è che col barbecue si brucia carbone, il cui consumo il governo vuole ridurre del 30% già entro quest’anno.

northcoraens

Dieci notizie curiose sul barbecue – immagine del video “I nordcoreani assaggiano l’american barbecue”

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : IL BARBECUE MESSAGGERO DI PACE

All’intolleranza si risponde con l’amore. È quanto ha cercato di fare un video intitolato: I nordcoreani assaggiano l’american barbecue. Apparso a gennaio sul sito web di un ristorante dell’Alabama, il LawLers Barbecue di Huntsville, il corto è già diventato virale. Il regista Christopher Lewis lo ha girato nella Corea del Sud, dove in un ristorante rigorosamente american barbecue sono stati accolti dei profughi nordcoreani. Questi, provata per la prima volta la carne affumicata, doverosamente condita con tante salse differenti, ne sono rimasti a dir poco entusiasti. “Siamo riusciti a dimostrare − commenta soddisfatto Lewis − che a tavola davanti a del buon cibo siamo tutti uguali”.

spinello-barbecue

Dieci notizie curiose sul barbecue – Rocco Schiavone, il commissario che fuma le “canne” inventato dallo scrittore Antonio Manzini

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : ATTENTO ALLO SPINELLO!

Un agente di polizia genovese sta scontando una sospensione dall’incarico a causa di alcuni spinelli girati durante una grigliata fra amici. L’agente ha provato a fare ricorso al TAR ma senza successo. Il tribunale a dicembre ha confermato la sospensione: niente divisa e stipendio per sei mesi. L’incauto funzionario sperava di dimostrare di non essersi accorto degli spinelli, “perché impegnato al barbecue”. Ma il giudice non gli ha creduto e così il poliziotto è stato ritenuto colpevole per “non aver impedito ai commensali l’uso dello stupefacente”. Insomma, il tribunale è stato chiaro: vuoi fare il poliziotto, sappi che la tua moralità deve essere specchiata.

marijuana

Dieci notizie curiose sul barbecue – Due poliziotti con della marijuana sequestrata

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : IL BARBECUE E LA MARIJUANA

Il mese scorso a Napoli la polizia del commissariato di Scampia ha arrestato due giovani spacciatori. Uno di 25 l’altro di 18 anni. L’operazione rientrava in un progetto più ampio finalizzato alla repressione dello spaccio nel quartiere notoriamente flagellato dalla malavita. Dopo un lungo e paziente appostamento, i poliziotti hanno sorpreso i due ragazzi in fragranza di reato. Successivamente ispezionando la zona è emerso che la marijuana veniva nascosta in un barbecue posto sotto una scala e contenente ancora altre otto dosi dello stesso stupefacente.

vissani

Dieci notizie curiose sul barbecue – Gianfranco Vissani

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : È TUTTA CARNE BOLLITA

“Carne bollita! È tutta carne bollita! Ve la mangiate voi quella robaccia lì”. É lo sfogo incontenibile di Gianfranco Vissani durante la puntata di inizio marzo di Porta a Porta. Una parte della puntata era dedicata all’alimentazione e in particolare alla cottura della carne. Ebbene, dopo aver visto un filmato che mostrava le meraviglie del barbecue, lo chef umbro è letteralmente esploso. Con la faccia sdegnata ha dato vita a un teatrino per inveire contro la carne affumicata. Colpevole, a suo dire, di cuocere in “un affare chiuso. Tutto un ciclo che non ha sfogo”. Ci limitiamo a non essere d’accordo.

valeti

Dieci notizie curiose sul barbecue – Uma Valeti, il ricercatore che vuole ricreare la carne in laboratorio

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : LA GRIGLIA SENZA CARNE ANIMALE

In un istituto di ricerca americano lo scienziato Uma Valeti sta lavorando per creare carne in laboratorio. Un prodotto in grado di crescere in cultura nel giro di 9-21 giorni e identico al suo corrispettivo animale, ma più sano. Questa scoperta se avrà successo potrebbe rendere superfluo l’allevamento, con benefici sia sulla salute umana sia sull’ambiente. Non è chiaro però se cambierà anche il gusto della carne che deve all’allevamento caratteristiche e qualità. Per quanto riguarda la salute invece, va detto che la carne alla brace diventa cancerogena solo se viene mangiata tutti i giorni.

profumo-bbq

Dieci notizie curiose sul barbecue – Il “prezioso” unguento al barbecue

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : IL PROFUMO AL BARBECUE

Un ragazzo giapponese di nome Akihiko Iyod è l’inventore di una stravagante essenza: la colonia al barbecue. Basta spruzzarne un po’ addosso per sapere di carne alla brace. Con la speranza di non essere scambiati per un tacchino arrosto. Un timore che Akihiko neanche contempla, anzi: “Lo trovo irresistibile,” giubila. E alla domanda perché ha creato questa fragranza risponde: “La lingua percepisce solo il 20-30% del gusto; il resto sta nel naso che compensa con il 50-60%”. Vero, ma forse non ha messo in conto le conseguenze: anche con l’olfatto si può ingrassare.

grillbot2

Dieci notizie curiose sul barbecue – grillbot, il robot pulisci griglia

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : IL ROBOT PULISCI GRIGLIA

Grillbot è senz’altro l’oggetto smart del momento tanto da imporsi come protagonista assoluto nelle televendite americane del 2016. Il robot è una sorta di lavastoviglie. Solo che anziché lavare i piatti pulisce le griglie del barbecue, liberandole da olio grasso e residui di carne. È in vendita sul sito ufficiale all’interno del suo comodo contenitore da viaggio.

locascio

Dieci notizie curiose sul barbecue – Gianfranco Locascio (a sinistra) con Marco Agostini

DIECI NOTIZIE CURIOSE SUL BARBECUE : IL MASTERCLASS DI GIANFRANCO LOCASCIO

Gianfranco Locascio, “il re del barbecue italiano”, a febbraio ha lanciato su Indiegogo, una piattaforma di crowdfunding, il finanziamento collettivo per il suo ultimo progetto. Si tratta di un Masterclass che raccoglie tutti i video della Barbecue4all University. L’iniziativa nasce dall’impossibilità di reperire al momento coach preparati in grado di tenere corsi barbecue. certo i corsi reali sono tutt’altra cosa, ma i video hanno i loro vantaggi: “Il masterclass − dice Lo Cascio − si può frequentare ovunque e ogniqualvolta che se ne ha voglia, specie se non si è compreso qualche passaggio delle  lezioni”.

di Gianluca Bianchini 15/03/2017