IL BARBECUE NEI GIORNI DI FESTA PERMETTE DI SPERIMENTARE E DI PORTARE IN TAVOLA GRIGLIATE NUOVE E SORPRENDENTI: ECCO 5 RICETTE DAL SAPORE ESOTICO DA PROVARE IN QUESTI GIORNI

Che siate in riva al mare, al lago o in montagna non importa. L’importante e’ che abbiate a disposizione qualche ora per organizzare una grigliata tra amici e che alberghi in voi la voglia di sorprendere tutti con delle nuove ricette. Durante la settimana di Ferragosto tutto questo e’ possibile: in questi giorni di ferie la mente e’ sgombra da preoccupazioni, si ha piu’ tempo a disposizione e si puo’ sperimentare. Ecco quindi 5 idee insolite per far diventare la grigliata di ferragosto davvero memorabile.

1 ) POLLO ALLA GIAMAICANA

Il pollo alla giamaicana, o Jerk Chicken, e’ una di quelle ricette molto difficili da trovare al ristorante (almeno in Italia) e che regala grandissimi soddisfazioni. Piace alle donne, target che tendenzialmente e’ piu’ schizzinoso quando si prepara il bbq, e soddisfa ampiamente gli uomini. Merito di una marinatura lunga che conferisce tanti sapori diversi ma che si sposano meravigliosamente una volta cotti alla griglia. Prendete quindi delle cosce di pollo e incidetele con il coltello e immergetele nella marinatura per 4-6 ore. Ricordate: il pollo deve essere cotto molto bene (per un coscio di pollo di medie dimensioni ci vogliono 25-30 minuti) e quindi dovrete avere una brace abbondante e generosa, prestando attenzione a non generare fiamme. Altra cosa da ricordare quando si fa la griglia: la fiamma brucia e carbonizza, la brace cuoce. Se avete il bbq a gas cuocete con cottura diretta vivace per i primi minuti (produrrete una ghiotta crosticina) e poi passate ad una cottura indiretta. Spennellate abbondantemente i cosciotti di pollo qualche minuto prima di toglierli dalla griglia con la salsa Worchenstershire.

– COME SI FA LA MARINATURA PER IL POLLO ALLA GIAMAICANA:

Per 8 cosce di pollo servono 75cl circa di marinata. Miscelate insieme olio extravergine (15%), succo di limone (10%), aceto bianco (20%), salsa di soya (40%) e spremuta d’arancia (15%) e qualche goccia di salsa Worchenstershire.

Shekerate il tutto e aggiungeteci: aglio tritato, cipollotti freschi tritati, scalogno tritato, sale, pepe nero, peperoncino, paprika dolce, pepe di Cayenne, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, timo e zucchero di canna. Shekerate nuovamente e immergete il pollo nella marinatura e mettete il tutto in frigo.

RICORDATE: Durante la cottura di tanto in tanto bagnate il pollo sulla griglia con la marinatura.

2 )BUFFALO WINGS

 Dopo i sapori Jamaicani sprigionati dallo “Jerk Chicken” ecco invece idee e spunti per una grigliata a stelle e strisce. Pura tradizione americana per le alette di pollo preparate con la salsa “buffalo” molto comune oltre oceano e sicuramente meno da noi. Le alette, alle quali abbiamo tolto la punta, vanno tagliate alle giunture in modo da dividerle in tre parti. La cottura iniziale delle alette deve avvenire con una bella brace vivace in modo da renderle croccanti per poi ridurre l’intensita’ del calore. A circa due terzi della cottura spennelliamo le alette con la salsa buffalo e ripetiamo l’operazione fino al termine della cottura. Le alette vanno servite ben calde accompagnate da verdure grigliate.

– COME SI PREPARA LA SALSA “BUFFALO WINGS”

Versate in un pentolino aceto, acqua, salsa di pomodoro, sale e pepe e portiamo il composto ad una leggere ebollizione per una decina di minuti mescolando il tutto. Togliamo il composto dal fuoco e aggiungiamo la salsa Worchenstershire e del peperoncino.

RICORDATE: Non lesinate nel preparare la salsa perche’ ogni aletta, una volta portata in tavola, dovra’ essere intinta nella salsa fino a sporcarvi le dita: una vera ghiottoneria!

buffalo wings

buffalo wings

 

3 ) COSTINE TEQUILA E POMODORO

Spostiamoci ora in Messico grazie a questa ricetta a base di Tequila, la bevanda che si ottiene dalla distillazione dell’agave blu, originaria proprio dell’omonima localita’ messicana. Per prima cosa togliamo la pleura dal costato con un coltello (la pleura e’ quel sottilissimo foglio cartilaginoso che copre le costine), se non siete capaci incidete verticalmente la pleura con il coltello tra le costole. A questo punto le costine vanno massaggiate e insaporite con del misto aromatico secco (rosmarino, aglio, sale, pepe) e messe in frigo per qualche ora.

La cottura per le costine deve essere lenta e a fuoco indiretto (90 minuti per 1,5 kg di costine, quindi regolatevi con un canestro da brace se cuocete alla griglia).

Durante gli ultimi dieci minuti di cottura spennellate abbondantemente le costine con la salsa Tequila.

-COME SI PREPARA LA SALSA ALLA TEQUILA

In una ciotola mettiamo la passata di pomodoro e misceliamola insieme a succo di arancia, succo di lime, tequila e salsa di soia.

costine alla tequila

costine alla tequila

 

4 ) GAMBERONI AL MIELE ED ERBA CIPOLLINA

 Se siete in procinto di organizzare una grigliata tra single o sapete che al vostro barbecue parteciperanno tante ragazze libere e disponibili allora optate per questa ricetta veloce e dalla naturale vocazione adulatrice. Servono dei bei gamberoni freschi che andranno cotti a fuoco diretto e vivace per qualche minuto per lato. Prima pero’ e’ necessario che riposino per una trentina di minuti in una marinata che conferira’ ai nostri gamberoni un delicatissimo sapore dolce, che unito alla tenerezza della carne del gambero, sapra’ deliziarvi a dovere.

COME PREPARARE LA MARINATA AL MIELE

Miscelate con vigore dell’olio extra vergine di oliva (30%), del succo di limone (20%) insieme a del miele liquido (50%, perfetto il miele di acacia o eucalipto, sconsigliato il miele di castagno dal sapore troppo deciso), aggiungete una generosa manciata di erba cipollina e due-tre cucchiai di zucchero di canna. A quel punto unite immergete i gamberoni nella marinata ( siate generosi nel preparla, meglio abbondare) e teneteli a bagno per una mezz’ora.

RICORDATE: I gamberoni si cuociono velocemente quindi avrete pochi minuti per versare delicatamente con un cucchiaio la marinata sugli stessi durante la cottura. Fatelo, saranno ancora piu’ ghiotti.

gamberoni

gamberoni

 

5 ) HAMBURGER CON CIPOLLA AGRODOLCE E FONTINA

 L’hamburger e’ come il vestito blu: non passa mai di moda e non fa mai sfigurare. E questo e’ proprio il nostro caso perche’ la ricetta che vi proponiamo, se eseguita alla lettera, lasciera’ piacevolmente soddisfatti i vostri commensali. Avete due strade: la romantica e quella piu’ pragmatica. La prima prevede che siate voi stessi a preparare gli hamburger, la seconda che vi rivolgiate direttamente al vostro macellaio di fiducia. Rivolgiamoci ai romantici (sperando che siano tanti) e prendete 120 grammi di salsiccia, rigorosamente senza budello, e 120 grammi di manzo tritato, uniamo le due carni e amalgamiamo il tutto, aggiungendo un filo d’olio, sale, pepe nero, semi di papavero e la fontina tagliata a scaglie (40 grammi). A questo punto non resta che formare gli hamburger (se avete il coppapasta verranno perfetti altrimenti fateli a mano libera). Cuocete gli hamburger alla griglia, per un hamburger di 2 cm di spessore basta una cottura diretta per 8-10 minuti e formate il vostro panino avendo prima scaldato il pane e poi aggiunto la cipolla in agrodolce.

COME PREPARARE LA CIPOLLA IN AGRODOLCE

Mettiamo dello zucchero in un tegame e aggiungiamo dell’aceto mescolando finche’ lo zucchero non si sara’ sciolto. A quel punto aggiungiamo la cipolla tagliata a rondelle sottili e mettiamo sale e pepe quanto basta, poniamo il tegame sul fuoco e mescoliamo finche’ la cipolla non sara’ caramellata e il liquido ridotto (occorreranno circa 5-7 minuti). Girate di continuo perche’ la cipolla non deve attaccarsi al tegame.

 

di Davide Perillo – 14 agosto 2015

pollo alla Giamaicana

pollo alla Giamaicana