HAMBURGER BRACIAMIANCORA: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

DAI BANCHI DELLA MACELLERIA LA CONFERMA CHE GLI HAMBURGER BRACIAMIANCORA PIACCIONO: SCORTE ESAURITE IN POCHE ORE 

Quando mi è stata prospettata l’idea di poter “firmare” un prodotto ho chiesto sei mesi di tempo per rifletterci. L’idea di far assaggiare un prodotto che rispecchiasse la filosofia di Braciamiancora, e la sua idea di sapore, mi ha subito intrigato. In fondo Braciamiancora è una realtà che è nata per narrare la ciccia in tutte le sue varianti, e chi ne fa parte deve considerarsi un esploratore del gusto e un ricercatore instancabile di qualunque curiosità carnivora.

Siamo curiosi, studiosi del fenomeno e, manco a dirlo, dei grandissimi golosi. In questi anni abbiamo assaggiato molto, raccontato tanto e imparato di più. Quindi perchè non rimboccarci le mani per far assaggiare un hamburger realizzato secondo i nostri criteri? Converrete con noi: idea davvero affascinante.

L’IMPORTANZA DEL TERRITORIO : SOLE, VENTO E CIELO LIMPIDO 

Quando ci chiedono che sapore abbiano i nostri hamburger rispondiamo che sanno di vento, cielo limpido e sole. Lo so, fa un po’ spot televisivo detta così, ma sono questi i tre ingredienti principali che caratterizzano i 200 grammi di carne dei nostri hamburger e che troverete nel banco macelleria dei principali supermercati italiani. La centralità del nostro progetto è data proprio dal territorio nel quale nasce, cresce e viene allevato il nostro bestiame. Siamo partiti da un concetto semplice: il territorio. O, per dirla alla francese, dal ” Terroir” (si pronuncia teruar) che un concetto un po’ più complesso. Per spiegarlo ci viene in aiuto Wikipedia:

Il terroir (parola francese, pron. teru̯àr) può essere definito come un’area ben delimitata dove le condizioni naturali, fisiche e chimiche, la zona geografica ed il clima permettono la realizzazione di un vino specifico e identificabile mediante le caratteristiche uniche della propria territorialità.

Il terroir definisce anche l’interazione tra più fattori, come terreno, disposizione, clima, viti, viticoltori e consumatori del prodotto. Questa parola non può essere banalmente tradotta in altre lingue con “territorio”, in quanto il concetto è molto più complesso.

Domanda: se un vino che nasce in  un determinato territorio è buono, perchè non dovrebbero essere più buone anche  le carni di capi allevati e cresciuti in un territorio incontaminato? Stoppo immediatamente i critici: siamo ben consapevoli che vino e carne siano due prodotti molto diversi. Il paragone lo abbiamo fatto solo per farvi capire l’importanza del territorio che nello specifico è la Maremma. Terra universalmente riconosciuta come magica e incontaminata. Se cliccate qui scoprirete da dove provengono i nostri hamburger

Se il bestiame vive qui – lontano da inquinamento, stress, sbattimenti e  in perfetta sintonia con la natura – vuoi vedere che regalerà all’uomo anche carni di alto livello? Alla fine dopo aver vissuto due mesi nel cuore della Maremma e aver assaggiato tutto quello che era umanamente possibile, mi sono convinto e hanno iniziato a prendere forma i nostri hamburger.

UN HAMBURGER CON UN’ANIMA PRECISA : LA NOSTRA

Per realizzare un hamburger non esiste la ricetta perfetta. Esiste semplicemente la ricetta nella quale ci si rispecchia maggiormente. Raggiunto il primo step, ovvero far vivere e crescere gli animali in un ambiente no stress e in un contesto di  limpidezza e tranquillità, abbiamo dovuto fare alcune scelte.

La prima: quante sale mettere? E quanto grasso? Orgogliosamente si è deciso di tenere il livello basso – circa l’1% (quindi un grammo ogni cento) – e di alzare la soglia del grasso sopra il 15% (ma non supera il 20%). Quando si parla di fat ricordate sempre la citazione del saggio:  “quello non è grasso, ma sapore“.

Annotazione finale sul packaging per il quale si è deciso di impostare la pratica in unica direzione: in primis quella di far vedere il prodotto (no a scatolette di cartone dove ci sta più carta che ciccia e che non fanno vedere l’hamburger), sostenibilità, possibilità di riciclare e separare tutto.

COSTI E DOVE SI TROVANO

Questo è un progetto a step, ha delle quantità limitate e ritmi che non saranno veloci. Tradotto: non sarà possibile inizialmente trovarli ovunque. Alla quantità a tutti i costi si è preferito la qualità a tutti i costi e la qualità-a-tutti-i-costi ha dei ritmi più lenti. Il consiglio, se li volete nella vostra macelleria o nel banco carni del supermercato dove abitualmente fate la spesa, è di chiederli espressamente al responsabile del banco. Sarà sua premura organizzarsi per accontentarvi. Ad ogni modo a questo link trovate tutti i punti vendita

Capitolo costi: parliamo di un hamburger monoporzionato di 200 grammi il cui costo si aggira intorno ai 3euro e 80 centesimi. Può capitare di trovarlo dieci centesimi più caro o dieci centesimi di meno. Questo non dipende da noi ma dal banco carni che fa il prezzo finale.