I POSTI DA VEDERE NEL MONDO SONO INNUMEREVOLI MA NON SEMPRE VIAGGIARE E’ POSSIBILE. TALVOLTA IL POSTO IN CUI PIU’ SI PUO’ SCOPRIRE UNA CULTURA E’ LA TAVOLA. E ALLORA IL PERU’ NON E’ POI COSI’ LONTANO SE SULLA NOSTRA BRACE CUOCIONO I PERUVIAN BEEF KEBABS

Circa sei secoli fa nasce quella che sarebbe stata eletta una delle sette meraviglie del mondo: il Machu Picchu. Siamo in Perù, in uno dei tre siti archeologici più grandi al mondo, e non troppo lontano da lì, in una qualsiasi città peruviana è possibile conoscere un’altra meraviglia di questo Paese: gli anticuchos, o meglio, peruvian beef kebabs. Per i carnivori italiani monolingue si tratta di spiedini di manzo alla peruviana. Se per la meraviglia archeologica il merito va alla precolombiana civiltà Inca, per quella gastronomica bisogna ringraziare i conquistadores spagnoli.

Peruvian beef kebabs

Peruvian beef kebabs

PERUVIAN BEEF KEBABS: L’INCONTRO TRA INCAS E CONQUISTADORES

Piatto nazionale del Perù, ha radici in epoca precolombiana quando, però, l’ingrediente base era la carne di lama.  Con l’arrivo degli spagnoli viene introdotta la carne di manzo e, in particolare, il cuore del bovino. Oggi la scelta ricade sul filetto di manzo che, a differenza del cuore, rientra nelle abitudini alimentare di Americani e non solo. Un cibo prettamente di strada nelle città peruviane dove ancora oggi, tra le 18 e le 19, si accendono i fuochi dei baracchini degli “anticucheros”. Sono semplicemente spiedini di cuore di bovino marinati in una salsa di cipolla, aglio, origano, pepe, cumino, crema di peperone “panca” e aceto di vino. Ciò che li differisce dai nostri spiedini è che la carne non viene tagliata a cubetti ma a fette che si infilzano nel bastoncino e rimangono piatte in modo da favorire la cottura che, ça va sans dire, avviene sulla brace.

3794388168_934531e122_o

PERUVIAN BEEF KEBABS: L’ITALIA INCONTRA IL PERU’ SULLA BRACE

Portare questo piatto nella tavola italiana non è difficile basta la voglia di osare. La preparazione è semplice e non richiede grande impegno e anche gli ingredienti sono facilmente reperibili. Unica eccezione la fanno due dettagli che – come tutti i dettagli – finiscono per avere un ruolo non indifferente nel risultato finale. In questo caso si tratta di due ingredienti sconosciuti alla cucina nostrana:  aji amarillo e achiote. Il primo è il cuore della cucina del Perù: una crema di colore giallo oro fatta con un potente peperoncino macinato tipico del Paese. L’achiote, invece, è un aroma che nasce dai semi rossi di achiote, dal sapore leggermente amaro, con gusto di terra, mescolati con altre spezie e macinati fino a formare una pasta. La difficile, se non impossibile, reperibilità di entrambi non deve scoraggiare il carnivoro curioso perché l’ alternativa c’è: prendete i peperoni rossi (più scuri possibile) infornate a 170 gradi per 15-20 minuti, togliete la pelle e frullate. Conservate in frigo, in barattoli di vetro e coperti di olio extra vergine di oliva. Il risultato sarà comunque ottimo.

Peruvian beef kebabs - aji amarillo

Peruvian beef kebabs – aji amarillo

PERUVIAN BEEF KEBABS: PREPARARSI ALLA BRACE

Il primo passo da compiere verso i nostri peruvian beef kebabs è la marinatura. Le fettine di manzo vanno poste in una ciotola con l’aglio, l’aji amarillo o il nostro ingrediente sostitutivo, il cumino, sale e  pepe nero. Per ultimi olio extra vergine di oliva e aceto. Una volta coperto, il periodo di riposo in frigo sarà all’incirca di trenta di minuti. Anche se non vedrete l’ora di sperimentare questo esotico piatto, l’attesa non vi sembrerà interminabile perché impegnerete il tempo nella preparazione della glassa. In una padella va riscaldato l’olio cui si aggiunge l’aji amarillo, il sale e il pepe nero. Lasciare cuocere per cinque minuti circa quando diventerà arancione e molto profumata. Tolta dal fuoco va lasciata raffreddare un po’.

Peruvian beef kebabs

Peruvian beef kebabs

 PERUVIAN BEEF KEBABS: IL SAPORE DEL PERU’

E’ arrivato il momento di dar forma ai peruvian beef kebabs: finalmente infiliamo i pezzetti di carne nello spiedino alternando con i peperoni. E’ così che si rendono belli per l’incontro con la griglia che va riscaldata per bene prima che la carne venga disposta sopra. Prepariamo gli spiedini a questo “appuntamento” spennellandoli con la glassa che li rende ancora più appetitosi e saporiti. Importante è anche ungere con un po’ d’olio la griglia sulla quale braceranno i nostri spiedini peruviani. Ultimi minuti di pazienza prima di assaporare questo piatto: la cottura è abbastanza veloce, solo tre, quattro minuti per lato e tutto è pronto. Prima di fare la loro conoscenza e per avere un risultato finale che ci porta, almeno col palato, direttamente in Perù è importante un’ultima spennellata con la glassa. Buen provecho!

di Ivana Figuccio 25/05/2015

LEGGI ANCHE: ARRIVA A ROMA DINNER IN THE SKY, PER CENARE TRA LE NUVOLE INSIEME AGLI CHEF STELLATI 

dinner in the Sky

dinner in the Sky

LEGGI ANCHE : IL MAIALINO DA LATTE ALLA CUBANA: UNA RICETTA DA PORTARE SULLE BRACI ITALIANE

maialino da latte alla cubana sulla brace

maialino da latte alla cubana sulla brace

LEGGI ANCHE: LA TUNISIA E IL COUS COUS DI CARNE: UN BINOMIO COSI’ BUONO CHE HA CONQUISTATO L’ITALIA

Moroccan_Couscous