HomealtroCARNE DI MAIALE CRUDA (O POCO COTTA)? RISCHIO EPATITE

CARNE DI MAIALE CRUDA (O POCO COTTA)? RISCHIO EPATITE

PUBBLICATO IL

spot_img

È la carne di maiale cruda o poco cotta la principale causa di infezione da epatite E in Europa. Sono oltre 21 mila i casi di epatite E segnalati nell’Unione europea negli ultimi 10 anni. “Anche se non è diffusa quanto altre malattie trasmesse da alimenti – dichiara  Rosina Girones, presidente del gruppo di lavoro Efsa sull’epatite E, che ha pubblicato un documento sui rischi associati all’infezione – questa forma di epatite è motivo di crescente preoccupazione”. L’alto livello di attenzione è dovuto soprattutto all’incremento delle infezioni segnalate nel corso degli anni: i numeri sono aumentati di 10 volte. Come riporta l’Ecdc in un rapporto sul virus, l’80% dei casi è stato segnalato da Germania, Francia e Regno Unito. L’Istituto superiore di sanità, responsabile del monitoraggio in Italia, ha contato complessivamente 211 casi di epatite E acuta.

“In passato si riteneva che la principale fonte di infezione fosse l’acqua contaminata bevuta durante viaggi fuori dall’Ue. Ora invece sappiamo che la principale fonte di trasmissione della malattia in Europa è il cibo” spiega Girones. I maggiori portatori del virus sono i maiali domestici e i cinghiali e l’infezione avviene principalmente attraverso la carne di maiale cruda o poco cotta. Per contrastare la diffusione del virus, gli esperti raccomandano agli Stati membri di sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi legati al consumo della carne di maiale cruda e di sviluppare metodi per rilevare il virus dell’epatite E negli alimenti, come è stato fatto per quello dell’epatite A.

Se una volta la patologia era considerata tipica dei paesi in via di sviluppo, adesso la valutazione è cambiata e la questione è ritenuta un problema emergente nei paesi occidentali. Nella maggior parte delle persone, la malattia è asintomatica, mentre nei soggetti con il sistema immunitario compromesso o con patologie al fegato, il virus può causare insufficienza epatica, talvolta con esisti fatali. Particolare attenzione devono prestare le donne in gravidanza, per cui l’infezione può essere particolarmente grave e nel 20% dei casi avere esiti letali.

di Roberto Serrentino – 12 luglio 2017

Gli ultimi Articoli

NON TROVO CAMERIERI MA NON VOGLIO PAGARLI DI PIU’

MI SONO RITROVATO PER CASO A FARE DUE CHIACCHIERE CON UNO RISTORATORE SUL DELICATO...

PERCHE’ LA FROLLATURA DELLA CARNE C’E’ SFUGGITA DI MANO

DIECI ANNI FA FROLLATURA DELLA CARNE NON LA CONOSCEVA NESSUNO OGGI ANCHE IL RISTORANTE...

CI VUOLE DEL CORAGGIO PER PUBBLICARE LA GUIDA DI BRACIAMIANCORA

SOLO DEI CORAGGIOSI NONCURANTI DEL POLITICAMENTE CORRETTO IN SALSA VERDE POTEVANO PUBBLICARE UNA GUIDA...

TI PIACE LA BISTECCA ALLA FIORENTINA E TIFI PER LA CARNE SINTETICA? ALLORA SEI PROPRIO MATTO

LA CARNE SINTETICA NON PUÒ DIVENTARE OGGETTO DI UN DIBATTITO IDEOLOGICO LA VERITÀ È...

SCOPRI ALTRI ARTICOLI SIMILI

NON TROVO CAMERIERI MA NON VOGLIO PAGARLI DI PIU’

MI SONO RITROVATO PER CASO A FARE DUE CHIACCHIERE CON UNO RISTORATORE SUL DELICATO...

PERCHE’ LA FROLLATURA DELLA CARNE C’E’ SFUGGITA DI MANO

DIECI ANNI FA FROLLATURA DELLA CARNE NON LA CONOSCEVA NESSUNO OGGI ANCHE IL RISTORANTE...

CI VUOLE DEL CORAGGIO PER PUBBLICARE LA GUIDA DI BRACIAMIANCORA

SOLO DEI CORAGGIOSI NONCURANTI DEL POLITICAMENTE CORRETTO IN SALSA VERDE POTEVANO PUBBLICARE UNA GUIDA...