HomeRubricheNewsPUBBLICITÀ INGANNEVOLE, CLASS ACTION CONTRO BURGER KING

PUBBLICITÀ INGANNEVOLE, CLASS ACTION CONTRO BURGER KING

PUBBLICATO IL

spot_img

SE PRIMA I CLIENTI GUARDAVANO SOLO LA BILANCIA ORA ESAMINANO ANCHE VIDEO E FOTO COSÌ BURGER KING, NOTA CATENA DI RISTORAZIONE FAST FOOD, È FINITA NEL MIRINO: I PANINI CHE PUBBLICIZZA SONO PIÙ GRANDI RISPETTO ALLA REALTÀ 

Articolo de Il Messaggero

Una class action contro Burger King. Uno li vede in foto enormi e gli viene l’acquolina, poi li ordina e si vede arrivare un hamburger molto più piccolo e non corrispondente a quella foto invitante.

E perciò è partita una class action contro Burger King. Un giudice in Florida, negli Stati Uniti, ha stabilito che la catena di fast food dovrà affrontare una class action con l’accusa di pubblicità ingannevole.

Era già successo a McDonald’s e a Taco Bell (gli avvocati dei consumatori sono gli stessi che sostengono la class action di Burger King).

Burger King

I PANINI SONO GRANDI IL DOPPIO

La causa è stata intentata nel marzo 2020 e ora un giudice federale sostiene che sì, si può portare avanti l’accusa. Nel mirino ci sono famosi Whopper. Cosa si contesta? Che nelle foto sono grandi il doppio rispetto alla realtà.

La catena, si legge nella denuncia, “si vanta di offrire panini più sostanziosi della concorrenza”, ma “le dimensioni dell’hamburger sono state aumentate solo nella pubblicità”.

La class action è stata presentata da clienti “delusi” in ben 12 stati americani: Florida, New York, Illinois, Massachusetts, Michigan, California, Connecticut, Ohio, Kentucky, Mississippi, Pennsylvania e Arizona.

Burger King

UN GIUDICE DA IL VIA ALLA CLASS ACTION

Ora Roy Altman, giudice federale di Miami, ha dichiarato che alcune parti dell’azione collettiva proposta contro l’azienda possono essere portate avanti. Le dimensioni del panino sarebbero gonfiate del 35%. La causa sostiene inoltre che, in realtà, i Whopper contengono meno della metà della carne pubblicizzata.

Altman ha anche stabilito che i clienti potranno citare in giudizio l’azienda per arricchimento senza causa, ovvero quando un’azienda priva illegalmente i consumatori del loro tempo e del loro denaro, oltre che per la violazione delle leggi sulla tutela dei consumatori.

Burger King

LA DIFESA DI BURGER KING

Burger King non ha commentato subito la decisione del giudice. “Il cibo nelle pubblicità è, ed è sempre stato, modellato in modo da apparire il più appetitoso possibile”, avevano scritto tempo fa.

“Questo non è certo una novità; i consumatori ragionevoli che guardano la pubblicità del cibo lo sanno da sempre. Questa causa pretende irragionevolmente il contrario”, aggiunsero.

Gli ultimi Articoli

ABBIAMO SCOPERTO CHE LA CARNE DI CHIANINA È BUONA ANCHE IN AUSTRIA

BASTA ALLEVARLA CON AMORE E LA CHIANINA PRODUCE BUONE BISTECCHE ANCHE FUORI DAL NOSTRO...

I CINQUE MIGLIORI OLI DA ABBINARE AD UN BISTECCONE ALLA BRACE

CINQUE OLI CHE SI ABBINANO PERFETTAMENTE ALLA CARNE ALLA BRACE: LA NOSTRA PERSONALE CLASSIFICA  Ha...

ODIO I CLIENTI DEL SABATO SERA (E AMO QUELLI DEL LUNEDI’)

I CLIENTI DEL WEEK END SONO I PEGGIORI CHE UN RISTORANTE POSSA AVERE: NON...

CHI DECANTA CERTI VINI NON CAPISCE NIENTE (E SI MERITA IL VINO DEL DISCOUNT)

"DECANTARE I VINI E' COME APRIRE UN ROMANZO A PAGINA 50: TI PERDI L'INTRODUZIONE...

SCOPRI ALTRI ARTICOLI SIMILI

ABBIAMO SCOPERTO CHE LA CARNE DI CHIANINA È BUONA ANCHE IN AUSTRIA

BASTA ALLEVARLA CON AMORE E LA CHIANINA PRODUCE BUONE BISTECCHE ANCHE FUORI DAL NOSTRO...

I CINQUE MIGLIORI OLI DA ABBINARE AD UN BISTECCONE ALLA BRACE

CINQUE OLI CHE SI ABBINANO PERFETTAMENTE ALLA CARNE ALLA BRACE: LA NOSTRA PERSONALE CLASSIFICA  Ha...

ODIO I CLIENTI DEL SABATO SERA (E AMO QUELLI DEL LUNEDI’)

I CLIENTI DEL WEEK END SONO I PEGGIORI CHE UN RISTORANTE POSSA AVERE: NON...