SUBIACO: LO SPLENDORE DEL BORGO SOTTO I LAGHI A 70 KM DA ROMA

MERAVIGLIA NATURALE, CULLA DEL MONACHESIMO E PRIMA CITTA’ ITALIANA CHE VIDE NASCERE LA STAMPA IN ITALIA. QUESTO BELLISSIMO PAESE, A 70 KM DA ROMA, INCLUSO NELL’ELENCO DEI BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA, OFFRE AL TURISTA TUTTO QUELLO DI CUI HA BISOGNO COMPRESO UN RICCO PATRIMONIO ENOGASTRONOMICO TUTTO DA GUSTARE

Il tour di Braciamiancora nella caratteristica Subiaco avviene per celebrare  lo straordinario primato culturale che la città detiene: quello di essere riconosciuta, oramai con un elevato grado di attendibilità, il luogo di inizio di un processo straordinario, quello della Stampa in Italia. In occasione del 550° anniversario della stampa del primo libro a caratteri mobili in Italia, il Comune di Subiaco ha presentato una serie di iniziative al fine di celebrare l’importante primato che il borgo detiene. Fu proprio presso il Monastero di Santa Scolastica di Subiaco, infatti, che nel 1465 i due prototipografi Pannartz e Sweynheym, allievi di Gutenberg, impiantarono la prima tipografia per esportare la nuova arte della stampa. Noi di Braciamiancora siamo andati lì per celebrare questo importante evento.

L’ODORE DELLA BRACE PERVADE TUTTO IL PAESE E TANTE LECCORNIE A KM 0

Sentirsi subiacensi per un fine settimana significa anche apprezzare il ricco patrimonio eno- gastronomico della cittadina, che testimonia il legame diretto con le origini. Ci sono alcuni prodotti tipici e insostituibili che sono parte integrante del menu dei ristoranti e agriturismi tipici della zona, conservando inalterato negli anni il sapore di una volta. Un posto di rilievo occupano i primi piatti fatti rigorosamente in casa, come detta l’antica consuetudine delle nostre nonne. Tagliatelle, pappardelle, tagliolini, cannelloni, stracci, ravioli spesso farciti alla ricotta e spinaci, strozzapreti, minestrone di farro diventano i piatti vincenti per un pranzo o una cena da veri gourmet. Da non sottovalutare inoltre gli allevamenti suini, bovini, ovini che consentono di ricavare un gustoso patrimonio di salumi come capocollo o prosciutto e carni (salsiccia, vitello,agnello) dalla qualità eccellente. La maestria nella preparazione è un altro punto a favore, su pietra lavica o sulla brace fai da te il profumo delle cotture impeccabili, è forte e potente. Anche la cucina del pesce ha una sua importanza, dato che la pesca d’acqua dolce è attività rinomata a Subiaco che attira ogni anno migliaia di pescatori incalliti. Così le trote d’acqua dolce ad esempio assumono una rilevanza al pari dei secondi di carne, di per sé già ottimi. Non sono rare incursioni innovative nei menu che permettono di sperimentare un tipo di cucina creativa ed originale, per soddisfare il palato dei clienti più esigenti. In questo senso anche il discorso del cibo a km 0 fa sentire tutta la sua forza ,con prodotti di stagione provenienti dagli orti delle abitazioni dei proprietari dei ristoranti, che nella chiusura si dedicano alla coltivazione. Come ogni pranzo o cena che si rispetti non possono mancare il vino (locale) o liquori (all’alloro). Per concludere in dolcezza invece abbiamo torte della casa, tiramisu o pan di spagna preparati con amore e dedizione dalle donne del luogo. O ancora dolcetti intinti nel vino della zona come murzillitti, amaretti, tozzetti, ciambelline al vino. In ultimo, ma non meno importante, è da considerare l’ambiente nel quale potrete gustare queste prelibatezze: dalle vetrate che ti regalano un panorama sulla rocca o circondati dal verde della natura rigogliosa del posto, l’effetto scenico è ugualmente suggestivo contribuendo a pacificarvi con il mondo esterno.

FASCINO NATURALE MA ANCHE UNA AFFASCINANTE STORIA DIETRO LE ORIGINI

La città affonda le sue origini in tempi remoti: ebbe origine quando l’imperatore Nerone fece sbarrare il corso dell’Aniene creando tre laghi artificiali lungo il fiume Aniene che avrebbero dato il nome alla città, Sublaqueum, sotto il lago (ancora oggi sono visibili i resti della residenza neroniana affacciata sulle acque)
per erigere una grandiosa villa. I suoi primi abitanti furono proprio gli schiavi impegnati nella costruzione della grandiosa dimora. Il paese che dista pochi km dalla Capitale rappresenta una meraviglia naturale costituita da sentieri e percorsi nel verde ideali per gli appassionati della natura ed amanti del trekking.

La storia di Subiaco è ricca di aneddoti importanti. Basti pensare che il paese è stato considerato culla del monachesimo per molto tempo perché qui si rifugiò alla fine del V il giovane San Benedetto. Fu allora che il Santo raccolse a sé un primo gruppo di monaci, dettò le regole dell’ordine e diede vita alla prima forma di monachesimo, costruendo nella zona dodici monasteri tutti distrutti, ad eccezione di quello chiamato Sacro Speco e di quello che verrà poi dedicato a Santa Scolastica. Da visitare inoltre la biblioteca Nazionale situata nel monastero sono conservati numerosi volumi manoscritti e a stampa, tra cui i primi incunaboli italiani impressi a Subiaco dai due tipografi tedeschi. Se ci si sposta al centro del paese osserverete come il Borgo stia creando una serie di attività con valenza culturale volte a promuovere il turismo di qualità. Dalla secolare esperienza di una cartiera che riforniva lo Stato Pontificio nasce Il Borgo dei Cartai ovvero il museo-laboratorio per le arti della carta e della stampa che è anche un centro di formazione per apprendere le tecniche artigiane della manifattura di carta, della legatoria e della miniatura o per frequentare laboratori, workshop e corsi di ogni genere legati al libro.

IL PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI “SUBIACO 2015”

Da  ottobre a marzo il  programma delle manifestazioni vedrà svolgersi – convegni, mostre, incontri e laboratori sulla fabbricazione della carta a mano, della stampa col torchio a caratteri mobili e della rilegatura per bambini e ragazzi, workshop su progettazione tipografica e graphic design, visite guidate alla Biblioteca Nazionale di Santa Scolastica, alla Biblioteca Comunale e al Museo delle Attività Cartarie e della Stampa, premi letterari per opere inedite e per tesi di laurea su argomenti affini alle celebrazioni e molto altro. Il progetto sarà dettagliatamente illustrato sia al Salone del Libro di Torino che all’Expo di Milano.
Programma manifestazioni ufficiali “Subiaco 2015”
MARZO-MAGGIO
• Ciclo di incontri e laboratori sulla fabbricazione della carta a mano, della stampa col torchio a caratteri mobili e della rilegatura per bambini e ragazzi (a cura di Istituto comprensivo e Biblioteca Comunale).
• Visite guidate a Biblioteca Santa Scolastica e MACS per studenti dell’Istituto comprensivo e dell’Istituto di istruzione superiore.
• “Il trenino dei libri”, letture animate e altre attività per bambini legate al libro e alla carta (a cura di Biblioteca Comunale e associazione Il Colibrì).
• Presentazione e distribuzione di un volumetto illustrato per bambini e ragazzi sulla storia della stampa.
• Realizzazione di un giornale scolastico con la produzione di articoli e la stampa autoprodotta fino alla realizzazione di un giornale digitale con video e ipermedia (a cura di Istituto comprensivo e Istituto superiore Braschi-Quarenghi).
• Presentazione dvd multimediale del progetto interdisciplinare “Subiaco 2015, San Benedetto, la stampa e…” (a cura di Istituto superiore Braschi-Quarenghi).
MAGGIO
• Workshop su progettazione tipografica e graphic design per conoscere ed approfondire l’evoluzione della progettazione tipografica, dal carattere mobile al font nell’era digitale, attraverso un doppio appuntamento prima teorico poi pratico (a cura de “Il Borgo dei Cartai”).
• Presentazione volume “Progettazione di un carattere tipografico” di Cira Viggiano, un testo divulgativo utile sia come manuale tecnico sia come strumento per la didattica sia come fonte per la tutela e il recupero del patrimonio culturale della stampa e della carta (a cura de Il Borgo dei Cartai).
• 14-17: Partecipazione al Salone del libro di Torino presso lo stand della Regione Lazio.
GIUGNO
• 27: Presentazione della copia anastatica numerata dell’incunabolo sublacense De Divinis institutionibus di Lattanzio e convegno (in collaborazione con Comitato Subiaco città del libro e associazione Ethea).
A seguire, concerto dedicato a Ottaviano Petrucci, “il Gutenberg della musica” (a cura di associazione Aquila Altera).
• 28: Milano Expo – Presentazione del De oratore e lectio magistralis di Umberto Eco presso il Convention Center dell’Expo Milano 2015 con il patrocinio del MIBACT Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (a cura del Comitato “Subiaco, la culla della stampa”).
• Subiaco – Premio letterario “Subiaco città del libro” per narrativa inedita, poesia inedita, narrativa edita, saggistica, editoria virtuosa (a cura del Comitato Subiaco città del libro).
LUGLIO
• 13-18: Milano Expo – Partecipazione del Comune di Subiaco al padiglione de “I borghi più belli d’Italia” e della Regione Lazio.
• Subiaco – Inaugurazione mostra sulla storia della stampa a Subiaco.
SETTEMBRE
• Presentazione libro di poesia stampato a caratteri mobili su macchina da stampa d’epoca con tecniche artigianali e rilegato a mano con annesso video di documentazione delle fasi di lavorazione (a cura dell’associazione L’Arca di Corrado).
OTTOBRE
• 2-3: Abbazia di Santa Scolastica – Convegno di studi sotto la presidenza di Concetta Bianca, docente presso l’Università di Firenze.
• Presentazione del volume critico di poesia del secondo Novecento con intervento degli autori, curatori, editore (in collaborazione con l’editore Archinto, del gruppo Rizzoli).
• 29: Giornata di chiusura delle celebrazioni sublacensi.
DICEMBRE
• Roma – Partecipazione alla fiera Piccola e Media Editoria “Più Libri Più Liberi” presso lo stand della Regione Lazio.

COME ARRIVARE: DA ROMA

Per chi proviene da Roma può raggiungere Subiaco percorrendo l’autostrada A24 Roma-L’Aquila uscita Vicovaro-Mandela, prendere poi la SS 5 Tiburtina-Valeria fino al bivio con Arsoli. Da qui imboccare la via Sublacense, costruita sfruttando una strada di servizio dell’acquedotto Anio Vetus.

TRASPORTI PUBBLICI

Subiaco può essere raggiunta con le autolinee CO.TRA.L. utilizzando l’autobus che percorre la tratta Roma-Subiaco con partenza dalla stazione della Metro B di Ponte Mammolo (banchina 7 partenza ogni 15 minuti circa), o quelli che viaggiano sulla linea Frosinone-Fiuggi-Altipiani di Arcinazzo-Subiaco.In treno le fermate più vicine sono quelle di Mandela e Carsoli della linea FM2 Roma-Pescara.

DOVE MANGIARE

I Tre Bruschettieri Piazza Emilio Blenio, 1       Tel: (+39) 0774 85592 Cell: (+39) 320 5398001 Email: [email protected]
Il Cristallo di Neve Loc. Campo dell’Osso       Tel: (+39) 0774 826142
La Panarda Via della Pila, 14                             Tel: (+39) 0774 822731 Email: [email protected]
DOVE DORMIRE
Foresteria Santa Scolastica Via dei Monasteri   Tel: (+39) 0774 85569 – 822862
Aniene Largo Camporesi, 7/8                               Tel: (+39) 0774 85565 Fax: (+39) 0774 85565  Email: [email protected]
Colle Tocci Contrada Castagnola, 8 Tel: (+39) 0774 822917  Cell: (+39) 335 6883955  Fax: (+39) 0774 822917 Email: [email protected]
Di Donatella Carriera 11 marzo 2015

trofie-con-salsiccia
Trofie con salsiccia

 
 
Ravioli con provola
Ravioli con provola

 
 
da-checchina-agnello-arrosto-con-verdure
Agnello arrosto con verdure

 
Uno scorcio naturale del paese
Uno scorcio naturale del paese

 
 
Le viuzze del borgo
Le viuzze del borgo

 
Borgo dei Cartai il museo-laboratorio dedicato alle arti della carta e della stampa
Borgo dei Cartai il museo-laboratorio dedicato alle arti della carta e della stampa