APRIRE UN’AZIENDA AGRICOLA IL LIBRO CHE TRASFROMA I CONTADINI IN IMPRENDITORI DI SUCCESSO

NON BASTA ESSERE INNAMORATI DELLA CAMPAGNA PER APRIRE UN’AZIENDA AGRICOLA SERVE ANCHE UNA BUONA IDEA E FAR SI’ CHE DIVENTI SUBITO REDDITIZIA 

“Al contadino non far sapere quanto in città costano le pere,” diceva Marcello Marchesi, paroliere meneghino avvezzo a modificar proverbi e modi di dire. Così facendo suscitava umorismo certo ma anche qualche sana riflessione. Chi lo ha detto infatti che all’agricoltore non interessa quanto rendano melanzane e peperoni? E’ pur sempre un titolare d’impresa e quindi gli interessa eccome il guadagno, altrimenti fa prima a cambiar mestiere.

Ecco perché Fabrizio Sartori, funzionario pubblico ed esperto in modelli di simulazione aziendale, ha scritto un manuale di 300 pagine per addetti ai lavori edito da Maggioli Editore. Si chiama Aprire un’azienda agricola e ha uno scopo molto semplice: aiutare gli agricoltori, soprattutto quelli in erba, a gestire le loro imprese così da ottimizzare gli sforzi, vale a dire: essere subito presenti sul mercato, ottenere finanziamenti pubblici e non da ultimo irrobustire il fatturato.

aprire un'azienda agricola
Fabrizio Sartori

PER APRIRE UN’AZIENDA AGRICOLA SI DEVE PRODURRE REDDITO

“Il libro – spiega Fabrizio – è una vera e propria guida operativa che consente ai diretti interessati di creare un progetto d’impresa, di attuare con l’aiuto di un business plan quelle decisioni fondamentali per la crescita e l’affermazione della loro azienda”. Il testo, dunque, non è un mero e noioso elenco di adempimenti burocratici, ma un progetto volto ad accrescere le competenze dei futuri imprenditori agricoli.

“Questi in passato – continua Fabrizio – hanno spesso beneficiato del sostegno di alcune realtà associative ma in concreto non c’è mai stato nessuno che gli abbia insegnato a diventare manager”. In sostanza non c’è mai stato nessuno che gli abbia insegnato a trasformare le loro idee in reddito. Ma attenzione in un reddito che sia subito disponibile, altrimenti tempo un anno e l’azienda fallisce perché non si riesce a rientrare nei costi.

aprire un'azienda agricola

 

OGNI MOMENTO E’ GIUSTO PER AVVIARE UN’AZIENDA AGRICOLA

“Nella mia vita – racconta Fabrizio – ho incontrato persone che, avendo ricevuto in eredità delle terre, hanno espresso il legittimo desiderio di cambiare vita, ma poi non sapevano come fare. Non sapevano cioè come trasformare quelle terre in un’impresa agricola”. Più nello specifico i neo-imprenditori vanno a sbattere contro ostacoli che gira gira sono sempre quelli: non sanno che tipo di azienda creare; come accedere ai finanziamenti pubblici o come scavalcare il muro della burocrazia.

Queste difficoltà inducono molti a pensare che hanno sbagliato a scegliere il momento per aprire il loro business, ma il testo spiega come in realtà ogni momento sia quello giusto per avviare un’impresa agricola. L’importante è che si sappia con anticipo cosa fare e questo comporta tutta una serie di decisioni. Alcune propriamente agricole (ad esempio: su quali culture o allevamento puntare e come vendere i prodotti) altre invece sono di tipo manageriale (ad esempio: come collocarsi sui social e come gestire economicamente l’azienda).

aprire un'azienda agricola

AGRIPLAN IL SOFTWAR PER CREARE PROGETTI AZIENDALI

Si arriva così allo scopo ultimo di questo manuale, vale a dire: fornire un supporto concreto all’agricoltore 4.0. Questo supporto è il software allegato al testo denominato Agriplan. Agriplan consente di redigere piani economici e finanziari piuttosto complessi, con possibilità di muoversi in maniera analitica e approfondita su più fronti. In questo modo sarà possibile creare un business plan, ovvero uno strumento operativo e previsionale che aiuterà i futuri imprenditori agricoli a prendere le decisioni giuste e portare così al successo il proprio progetto aziendale.

aprire un'azienda agricola

UN TRESTO PER PROFESSIONISTI E STUDIOSI

Per tutti questi motivi Aprire un’azienda agricola non si rivolge solo ai neo-imprenditori ma anche a quelle imprese che hanno bisogno di ristrutturarsi per andare incontro ai cambiamenti. E più in generale si rivolge a tutti quei professionisti interessati a questo settore. Quindi: professori universitari, sindacalisti, funzionari delle politiche agricole e fornitori di servizi. Infine, al termine di ogni capitolo vi sono dei focus che rafforzano l’approccio concreto-operativo della guida che si chiude con sette interviste a imprenditori di successo. Un modo per augurare buona fortuna a tutti coloro i quali, innamorati della campagna, vogliono aprire la loro azienda agricola.

di Gianluca Bianchini 02/01/2021