•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ESCE IL LIBRO ” BRACIAMI ANCORA LA TRIBU’ DEL BARBECUE ” CHE RACCONTO LA RIVINCITA DEI GRIGLIATORI SERIALI E SPIEGA PERCHE’ UNA GRIGLIATA SALVERA’ IL MONDO 

Il titolo è quello della pagina Facebook più amata dai grigliatori italiani: “Braciami Ancora” al quale è stato aggiunto un sottotitolo “la tribù del barbecue” che spiega, in parte, la natura del libro scritto dal fondatore di Braciamiancora ed edito dalla casa editrice ULTRA

Questo libro rappresenta la rivincita dei grigliatori seriali – appunto, quelli che fanno parte della tribù del barbecue –  di tutti coloro che quando organizzano una grigliata sono felici come dei bambini la mattina di Natale.

Viviamo in un’epoca in cui dalla mattina alla sera siamo circondati dai messaggi dell’industria alimentare che ci tenta e vorrebbe che cedessimo ai suoi prodotti precotti e preconfezionati, per questo dico che chi oggi organizza un barbecue compie un atto rivoluzionario, una sorta di guerra di indipendenza nei confronti dell’industria alimentare“, spiega Michele Ruschioni, autore di questo libro e fondatore nel 2011 di Braciamiancora (pagina Facebook e sito).

CLICCA QUI PER ACQUISTARE “BRACIAMI ANCORA LA TRIBU’ DEL BARBECUE”

Michele Ruschioni fondatore di Braciamiancora

La lettura scorre veloce e nelle centoquaranta pagine si raccontano aneddoti e storie sul mondo della cottura a fuoco vivo: “il barbecue ha il potere di farci riscoprire istinti, usanze e costumi che il mondo moderno e consumistico ha deciso di farci parcheggiare” – spiega Ruschioni.

A qualunque latitudine ci si trovi, che sia l’Equatore o la regione dei  laghi scandinavi, accendere il fuoco per cuocerci sopra qualche pezzo di carne rappresenta un rito che si assomiglia sempre: ci si siede intorno al braciere, si fa cerchio, si crea un legame tra i presenti.

Mi colpì una frase che mi disse anni fa un anziano pitmaster di colore incontrato nel New Jersey: lui non aveva dubbi, nella sua lunga e tribolata esistenza aveva visto solo due cose accumunare neri e bianchi senza distinzione. La guerra in Vietnam e il barbecue. Ecco nel libro racconto storie così e mille altri aspetti, che molti danno per scontato, riguardo la cottura a fuoco vivo“.

Programmi tv, giornali, stampa specializzata, influencer sono – purtroppo – sempre più concentrati sulla cucina gourmet, sui cuochi stellati, sugli impiattamenti alla Carlo Cracco. Sfugge loro un elemento di forza della cucina più ruspante e diretta.

E cioè che un cibo cotto sulla griglia, con il suo ipnotico sfrigolio e l’inconfondibile aroma che conquista le narici di chi si trova nei  paragi, attira a sè con la stessa forza il top manager e l’uomo della strada.

Questo libro celebra questo aspetto e lo fa in maniera discorsiva, mai banale raccontando tante curiosità e intraprendendo un vero e proprio viaggio nel tempo. Dopo aver letto questo libro le grigliate non saranno più le stesse. Saranno migliori di prima.

di Manlio Grey 30 luglio 2018