FOLLIE VEGANE: BIMBO RICOVERATO PERCHE' I GENITORI NON GLI DANNO LA CARNE

LE PROTEINE DI ORIGINE ANIMALE SONO NECESSARIE PER UNA CRESCITA SANA DEI BAMBINI CHI IMPONE QUESTE RESTRIZIONI AI PROPRI FIGLI RISCHIA DI FAR LORO DEL MALE E COMPIE DELLE FOLLIE VEGANE

Un bambino di due anni è stato ricoverato all’Ospedale San Martino di Belluno a causa di gravi carenze dovute al regime alimentare privo di proteine animali a cui è stato sottoposto dopo lo svezzamento. Il fatto risale a qualche settimana fa e adesso il piccolo sta meglio, ma la notizia ha riacceso il dibattito sui pericoli di un’alimentazione vegana, soprattutto per i bambini.

«Nel primo anno di età questa dieta è totalmente sconsigliata – ha spiegato il primario del reparto di pediatria del San Martino – C’è il rischio di gravi scompensi. Chi proprio la volesse per i figli farà bene a farlo sotto osservazione di un nutrizionista».

Quello del Belluno non è il primo caso: lo scorso luglio, infatti, un altro bambino è finito in ospedale a Pontedera, per denutrizione. Il piccolo, che non aveva ancora compiuto un anno, ha avuto un malore ed è stato dichiarato in prognosi riservata. Il sospetto è che i due genitori, vegani, gli abbiano imposto una dieta alimentare sbagliata impedendogli di mangiare animali e derivati.

Follie vegane
Follie vegane

FOLLIE VEGANE: QUELLO VEGANO E’ UN REGIME POTENZIALMENTE PERICOLOSO SE NON C’E’ SUPPORTO DI UN NUTRIZIONISTA

Pur non volendo mettere in discussione la buona fede dei genitori in questione, siamo costretti a sottolineare la superficialità che unisce entrambi i casi. Una corretta alimentazione nei primi anni di vita di un bambino è fondamentale per il suo sviluppo ed è necessario prestare estrema attenzione: quello vegano è un regime potenzialmente pericoloso se non c’è il supporto di un nutrizionista. I bambini sono come un edificio in costruzione e i mattoni per farli crescere sono le proteine: se non si sostituiscono adeguatamente i cibi di origine animale le conseguenze potrebbero essere disastrose.

Trasferire le proprie convinzioni o abitudini alimentari in modo automatico senza considerare le specifiche necessità di un bambino, equivale a metterlo alla guida di un’auto, oppure mettergli in mano un rasoio per farlo radere o, ancora, lasciarlo ad un incrocio per farlo attraversare. Cose che noi facciamo tutti i giorni, ma che ovviamente non ci sogneremmo mai di far fare ai nostri figli.

I bambini non possono scegliere da soli, sono gli adulti a doverlo fare per loro. Assicuriamoci che queste scelte siano fatte in modo responsabile e non lasciate ad improvvisazioni.

di Federica Abatelli – 20/10/2015

LEGGI ANCHE

FOLLIE VEGANE LE LUMACHE SOFFRONO STOP ALLE SAGRE http://www.braciamiancora.com/?p=1986 

LEGGI ANCHE

 LA CARNE FA BENE AI BAMBINI  http://www.braciamiancora.com/?p=1961

Follie Vegane
Follie Vegane