IL "KETTLE" E’ IL BARBECUE WEBER CHE HA RIVOLUZIONATO IL MONDO DEL BARBECUE

DALLE FIAMME NASCE UNO DEI PIU’ PREZIOSI STRUMENTI PER GLI AMANTI DELLA BRACE. STIAMO PARLANDO DEL KETTLE IL BARBECUE WEBER, CHE RAPPRESENTA LA RIVOLUZIONE NEL MONDO DEL BARBECUE. E’ PROPRIO DA UN BARBECUE ANDATO MALE CHE IL SUO INVENTORE, GEORGE STEPHEN INVENTO’ QUESTO GIOIELLO

Sono tante le storie ad insegnarci che i più grandi successi vengono da un fallimento. E non si tratta solo di racconti tramandati con lo scopo di incoraggiare e motivare ad andare avanti ma, nella maggior parte dei casi, sono la narrazione di come qualcosa di grande è iniziato. E’ questa la storia del Kettle, il barbecue Weber la cui nascita si deve ad un fallimento avvenuto più di 60 anni. Fallimento firmato George Stephen. Chi conosce il mondo Weber sa che a quest’uomo si deve l’invenzione del barbecue che è oggi più che mai garanzia di qualità.

Weber_Kettle
KETTLE IL BARBECUE WEBER

KETTLE IL BARBECUE WEBER, IN PRINCIPIO ERA UNA BOA

E’ il 1950 e la passione per il barbecue convince George a costruirne uno in muratura nella sua nuova casa in una cittadina vicino Chicago. Inaugurarlo con tutti gli amici è il passo successivo. Si potrebbe pensare, visto il personaggio in questione, che il successo della grigliata fosse assicurato. Niente di più lontano dalla realtà: bocca asciutta e mani vuote per i partecipanti, il cibo era andato letteralmente in fumo. Sembrerebbe il colmo, ma il padre del barbecue non era stato in grado di controllare le fiamme. E’ da questo disastroso tentativo che ha inizio tutto. L’idea arriva proprio sul posto di lavoro: Stephen lavora per una compagnia che realizza boe. Quelle semi-sfere rappresentano il punto di partenza: fissa delle gambe alla sua base, crea fori per le prese d’aria e applica un coperchio. Questo è l’embrione di un kettle Weber che crescerà fino a raggiungere la maturità qualitativa che noi oggi conosciamo.

KETTLE WEBER - George Stephen
KETTLE IL BARBECUE WEBER – George Stephen

KETTLE IL BARBECUE WEBER, IL PRIMO DI UNA LUNGA SERIE

Sessant’anni fa George Stephen non avrebbe mai pensato che da quelle fiamme sarebbe in realtà divampata un’idea così brillante. Un’idea che è diventata concreta e si è diffusa nel mondo “infiammando” gli animi di tutti gli appassionati di barbecue. Nella formula del successo un elemento imprescindibile è la passione. Se l’inventore George non avesse desiderato per sé un barbecue in grado di proteggere il cibo dagli elementi esterni sigillando l’inconfondibile sapore del bbq , forse nel nostro giardino non campeggerebbe il colorato kettle. Dagli anni ’50 ad oggi la famiglia si è allargata e nuovi modelli sono entrati a farne parte. Ma lo stampo originale non è andata perso: il primo kettle Weber rappresenta sempre il punto di riferimento anche per i più innovativi “esemplari”. L’originale è stato, infatti, riprogettato e migliorato ma le caratteristiche di base sono ancora le stesse.

KETTLE WEBER, Master Touch GBS 57 cm
KETTLE IL BARBECUE WEBER, Master Touch GBS 57 cm

KETTLE IL BARBECUE WEBER E IL NUOVO “GIOIELLO DELLA CORONA”

Se il “primo barbecue” non si scorda mai, è vero anche che le porte (o, in questo caso, i coperchi) al futuro vanno sempre lasciati aperte. E allora la creazione inarrestabile dello staff Weber ha portato ad un’altra novità. La famiglia si allarga ancora e il nuovo nato si chiama Master Touch GBS 57 cm. Tra i barbecue a carbone è lui il “gioiello della corona”. Il suo aspetto richiama molto la boa originale, pardon, il kettle originale. Ma le sue caratteristiche e componenti ci ricordano che sono passati 60 anni dal padre dei barbecue. Primo fra tutti il sistema One-Touch che facilita la pulizia e quindi rende felici soprattutto le donne di casa o chi, dopo il gusto della grigliata, deve assumersi questo “sporco” lavoro. I cesti porta-carbone Char- Basket per spostare facilmente la carbonella sul barbecue. Per chi è sempre incerto sulla quantità di carbonella necessaria, ecco il termometro incorporato nel coperchio per controllare la temperatura all’interno del kettle e quindi per aggiungere più carbone.

KETTLE WEBER, LA RIVOLUZIONE NEL MONDO DEL BARBECUE
KETTLE IL BARBECUE WEBER, LA RIVOLUZIONE NEL MONDO DEL BARBECUE

KETTLE IL BARBECUE WEBER E IL NUOVO “GIOIELLO DELLA CORONA”

Le sorprese in serbo per chi acquista il nuovo Master Touch non sono finite. Un altro elemento aggiunto è il supporto che sostiene il coperchio in posizione aperta quando si controlla il cibo. E siccome la Weber ama fare le cose in grande: maniglia con gancio per gli accessori e griglia Gourmet BBQ System che allarga le possibilità di cottura e permette di utilizzare tutti gli accessori GBS. Il risultato è una cucina in un barbecue a carbone. Anzi, è più di questo. Perché in cucina non c’è il divertimento che è il punto di forza del barbecue. E’ il caso di dire che un “giro di boa” bisogna farlo per comprendere che Weber è tutta un’altra storia, una storia di successo. SCOPRI DOVE ACQUISTARE IN ITALIA IL KETTLE 

di Ivana Figuccio 13/07/2015

LEGGI ANCHE  ARRIVA A ROMA DINNER IN THE SKY PER CENARE TRA LE NUVOLE INSIEME AGLI CHEF STELLATI

DINNER4

LEGGI ANCHE  5 MOTIVI (PIÙ UNO) PER CUCINARE AL BARBECUE CON COPERCHIO CHIUSO 

bbq-weber

LEGGI ANCHE NOVE MOTIVI PER NON ACQUISTARE UN BARBECUE DA QUATTRO SOLDI

barbecue-americano_NG1