•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

DUE COMMESSE DEL CARREFOUR DI TIVOLI (ROMA) HANNO PUBBLICATO SUI PROPRI PROFILI FACEBOOK DELLE FOTO CHE HANNO SCATENATO L’IRA DEGLI ANIMALISTI E C’E’ CHI E’ ARRIVATO A CHIEDERNE IL LICENZIAMENTO DELLE DUE. 

Furia animalista contro due dipendenti di un supermercato di Tivoli. A scatenare la rabbia social degli animalisti due foto che ritraggono le dipendenti con due animali destinati al reparto macelleria. Scrive Enpa Roma, rilanciando le foto a volto scoperto delle lavoratrici: “Qualcuno pensa di essere simpatico e ironico beffeggiando ed umiliando la vita negata”. 

schermata-2017-12-26-alle-22-26-29

Sul caso è intervenuto Rinaldo Sidoli, responsabile del centro studi del Movimento Animalista, che in una nota a mezzo Facebook ha scritto una lettera alla direzione di Carrefour Italia: “Natale dovrebbe essere una rinascita interiore in cui si celebra il valore della vita.

Ridicolizzare un cucciolo morto non è un itinerario d’amore, è un insulto alla dignità degli animali e alla morale di chi crede nella sacralità della nascita. Mi auguro che arrivi una nota di scuse per questo massaggio macabro dal vostro punto vendita di Tivoli”.

Carrefour la foto della polemica

Carrefour la foto della polemica

Non tarda la risposta da parte della catena di supermercati e ipermercati francese: “Carrefour Italia comunica di aver immediatamente avviato un’indagine interna per chiarire quanto accaduto e poter prendere quindi i dovuti provvedimenti verso i responsabili. Carrefour Italia prende le distanze e condanna fermamente atti di tale gravità”.

Ma il dirigente animalista ci tiene a precisare che la nota di scuse è uguale per tutti e che la società non ha voluto esprimere delle scuse pubbliche. A difesa delle due commesse si è subito mossa la popolare pagina Fb “Vegano Stammi Lontano” che ha replicato così: “Nei giorni scorsi una pagina di vegani etici (!) ha reso pubbliche delle foto probabilmente private di due dipendenti Carrefour Italia con inviti a boicottare l’azienda e in particolare Carrefour Italia a Tivoli, di cui hanno reso noto l’indirizzo. Le ragazze hanno ricevuto insulti, minacce e auguri di morte per sé e i famigliari (bambini inclusi). 

Adesso gira anche una petizione per farle licenziare, perché a Natale siamo tutti più buoni. Ora, a voi la foto può anche aver dato fastidio (ci torneremo poi) ma se avete un briciolo di umanità quello che questi INVASATI stanno facendo deve esservi insopportabile. Per cui firmiamo per salvare queste due ragazze.

È una questione di principio. Se hanno violato leggi e regolamenti ne risponderanno ma questo è troppo, è eccessivo, è folle. E come ha detto Federfauna Nazionale, se venisse torto un capello a queste due donne (i pazzi esistono) chi ha portato avanti questa gogna mediatica dovrà ritenersi moralmente responsabile.

Clicca qui per leggere la petizione online lanciata dalla pagina Facebook “Vegano Stammi lontano”

di Redazione 26 /12 / 2017