•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

LA MERDA COME NON L’AVETE MAI VISTA! OVVERO IN VENDITA NEL TEMPIO DEL FOOD ( E COSTA COME MEZZO CHILO DI ARROSTO) ECCO UN’ALTRA TROVATA DI OSCAR FARINETTI CHE FARA’ DISCUTERE

“Scusi, avete della merda?”…. “Si, e anche di ottima qualità!“. Il dialogo, nemmeno tanto surreale, potrebbe benissimo avvenire in qualche store Eataly. Si, Eataly, quello famoso perchè vende tutti prodotti dop, bio, igp, igt e roba simile. Quello che alcuni considerano – a torto o a ragione non ci interessa più di tanto – un tempio del Food. Ma di che parliamo? Semplice: dell’arrivo, sugli scaffali di Eataly, della merda, quella vera.

E arriva negli scaffali in un elegante confezione vintage come se fosse un conserva o del miele. Se Oscar Farinetti, il fondatore dei famosi store, voleva attrarre ulteriori riflettori su di sè possiamo dire che anche stavolta ha azzeccato la mossa. Tra una pasta trafilata in bronzo e pregiate bottiglie di olio evo, da Eataly si può quindi comprare questo barattolone di concime dall’inequivocabile nome: Real Shit.

real shit etichetta componenti

I COMPONENTI ANALITICI DELLA REAL SHIT

DAL GUANO DI GALLINA AGLI SCAFFALI DI EATALY

La Real Shit, confezionata in buste ermetiche sigillate dentro barattoli di latta molto retró, viene venduta come perfetto concimante per le piccole coltivazioni domestiche. L’alternativa ideale per coltivare in modo naturale le vostre piantine da balcone senza ricorrere a fertilizzanti chimici. La Real Shit è composta da letame di gallina e mucca. Prima di essere imbarattolato, il concime subisce il trattamento rurale detto “cumuli di letame”: i mucchi di letame vengono ribaltati periodicamente e lasciati essiccare per nove mesi. Questo procedimento tradizionale garantisce “lo sviluppo dei componenti necessari alla crescita delle piante e l’eliminazione dei semi infestanti.” La lavorazione avviene tutta in Italia e la materia prima è prelevata solo da allevamenti non industriali.

real shit etichetta

LE ISTRUZIONI E L’ORIGINE NELL’ETICHETTA DELLA REAL SHIT (ROMA OSTIENSE)

La coltivazione domestica (urban growing) è un’attività che sta prendendo sempre più piede nelle città. Dalle piante aromatiche ai piccoli ortaggi, la coltivazione in vaso consente di avere sempre a portata di mano verdura fresca per la nostra cucina. La Real Shit pensa proprio a questo: con un barattolo si riescono a concimare 8-10 ortaggi in vaso, non di più ma il risultato sarà sicuramente più genuino.

Oscar Farinetti – patron di Eataly

REAL SHIT, ISTRUZIONI PER L’USO

Certo, le controindicazioni non sono poche. Innanzitutto scordatevi la coltivazione indoor. A meno che non vogliate riprodurre in casa la sensazione di essere su un campo appena concimato, vi conviene fertilizzare il vostro orticello in balcone. E a proposito di badare al proprio orticello, non fate gli italiani e pensate anche ai vostri vicini: potrebbero non essere così contenti della nobile Real Shit. Attenzione anche a bambini e animali domestici, la cui curiosità potrebbe portarli a ritrovarsi nella m***a fino al collo. Infine parliamo del costo.

I prodotti biologici, lo sappiamo, non hanno prezzi così ‘sostenibili’ e la merda in barattolo non fa eccezione: una confezione da 750 gr costa 6,90 Euro. In parole povere, il letame di vacca da Eataly costa più di 9 Euro al chilo, esattamente come 500 grammi di arrosto. Un prezzo sicuramente “forte” – come l’odore che emana una volta aperta – per un prodotto che serve pur sempre a fertilizzare. Il prezzo e il marchio ‘Do It Yourself’ che appare sull’etichetta della Real Shit, potrebbero quindi far pensare ad auto-produrre sia le piante che il concime. Vale la pena ricordare, allora, che per quanto vogliate farvi le cose da soli, le feci umane non sono fertilizzanti. Insomma se stavate pensando di organizzare  una joint venture con Farinetti vi dice male. 

REAL SHIT PREZZO

IL PREZZO DELLA REAL SHIT ESPOSTA A EATALY ROMA OSTIENSE

Di Giulio Gezzi 3 Maggio 2018