HomeRubricheNews13 CIBI CHE NON POSSONO MANCARE ALLA GRIGLIATA DI FERRAGOSTO

13 CIBI CHE NON POSSONO MANCARE ALLA GRIGLIATA DI FERRAGOSTO

PUBBLICATO IL

spot_img

LA GRIGLIATA DI FERRAGOSTO È UN APPUNTAMENTO CHE SI RIPETE OGNI ANNO E CHE VA ONORATO PREPARANDO FIN NEI MINIMI DETTAGLI IL VOSTRO BARBECUE. ECCO 13 CIBI CHE NON POSSONO ASSOLUTAMENTE MANCARE 

Finalmente è ferragosto un giorno di sano relax da festeggiare con una opulenta grigliata. Tanta carne da scottare alla brace certo ma per fare le cose in grande inserite nel vostro personale menù anche del buon pesce e della frutta fresca.

E ricordatevi la carne va marinata per evitare che il cibo si bruci e ridurre così i rischi cancerogeni. quindi, componete delle salse adatte allo scopo e soprattutto ricordate di affiancare ai vostri piatti verdure e ortaggi perfetti per combattere i composti ritenuti cancerogeni che si formano quando grigliate.

Ecco 13 cibi che non possono mancare alla grigliata di ferragosto

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO : ASADO DE TIRA 

L’Asado de Tira è il principe delle grigliate argentine. Si tratta di costine di manzo tagliate perpendicolari all’osso in modo da formare delle strisce di carne da scottare velocemente su una brace bella calda. Per questo taglio servono carni grasse.

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO : BISTECCHE 

Che sia una Costata o una Fiorentina la bistecca è un must che non può mancare nella vostra grigliata. La regola è scegliere tagli che siano alti almeno da 2,5 centimetri in su altrimenti si rischia di farle diventare secche e dure quando invece la carne cotta al sangue deve essere tenera e succosa.

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO : HAMBURGER 

I medaglioni di carne sono perfetti per i bambini che partecipano alla vostra grigliata. Semplici da cuocere basta rigirarli un paio di volte, senza nemmeno esagerare con la cottura. Sul fuoco potete metterci pure del pane imburrato in modo da comporre subito i vostri hamburger.

grigliata di ferragosto

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO : SALSICCE

Le salsicce non hanno bisogno di essere marinate perché contengono grasso al loro interno quindi non dovete forarle, altrimenti farete uscire i succhi rendendolo secca e dura se proprio volete assaggiarle per verificare la cottura tagliate un pezzettino.

GRIGLIATA DI FERRAGOSTO

ALETTE DI POLLO 

Grazie alla pelle croccante le alette di pollo sono particolarmente gustose e inoltre si possono anche mangiare anche con le mani. Per cuocerle infilatele in uno spiedino così sarà più comodo girarle tutte insieme.

Bagnatele con un po’ d’olio e poi fate cuocere per una ventina di minuti. Una volta cotte spruzzate del limone oppure mangiatele con delle salse con delle salse.

grigliata di ferragosto

COSTINE

Le costine di maiale rispetto ad altri tagli richiedo un po’ di impegno perché vanno preparate per la cottura. Vanno lasciate marinare in frigo per un paio d’ore in un intingolo di olio ed erbe aromatiche (rosmarino, salvia, alloro), a cui si può aggiungere aglio e vino rosso.
Poi le costine vanno cotte sulla griglia per circa 15-20 minuti girandole a metà cottura.

SALSA BARBECUE

Per una grigliata che si rispetti serve un seasoning che dia sapore alla vostra carne e questo seasoning è la salsa barbecue ovvero la salsa americana per eccellenza. Ecco come ottenerla:

tritate una cipolla e uno spicchio di aglio e fateli soffriggere con olio e burro. Una volta imbionditi versate 40 ml di aceto di mele e lasciate sfumare a fiamma bassa. Aggiungete 200 grammi di salsa di pomodoro, 20 grammi di concentrato, la senape e due cucchiai di zucchero di canna.

Lasciate cuocere a fuoco lento per 20 minuti mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Non appena il composto si sarà addensato, aggiungerete tre cucchiai di salsa worcester, il tabasco, il peperoncino e il sale.

Lasciate raffreddare per qualche minuto e passate la salsa nel mixer. A questo punto sarà pronta.

ARAGOSTE

Con uno di questi due crostacei farete un figurone, non sono infatti cibi che si cucinano tutti i giorni. Alcune dritte per cucinarli. Tagliate il guscio con una forbice, poi incidete, senza andare troppo in profondità, la polpa per la lunghezza e aprite in due l’aragosta.

Mettete le code sulla griglia, prima dal lato aperto, poi dopo qualche minuto dal lato opposto, insaporendole con una marinatura.

SCAMPI

Gli scampi rappresentano un antipasto perfetto pronto in soli 5 minuti. Spennellateli con un intingolo a base di olio, sale e pepe e metteteli sul letto di brace appena formato. Girateli a metà cottura e voilà sono pronti per essere serviti.

SGOMBRI

Lo sgombro è un pesce azzurro che è di stagione proprio nel mese di agosto. In più oltre ad essere fresco, fa anche bene perché anche ricco di di Omega3.

Per cuocerli basta bagnarli con un po’ d’olio inserendo le erbe aromatiche nelle incisioni che avrete fatto nella polpa. Girate a metà cottura e dopo dieci minuti sono pronti.

PANNOCCHIE

In estate il granoturco è ormai alto e le pannocchie non chiedono altro che essere raccolte. Sulla griglia sono una vera bontà. Una volta cotte mangiatele con le mano sgranocchiandole. Si può fare siamo a un barbecue!

VERDURE

Cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, broccoli, cavolo, cappuccio, peperoni e melanzane. Queste verdure contengono sostanze in grado di proteggere l’organismo dai composti ritenuti cancerogeni che si formano quando la carne viene a contatto diretto con il fuoco (le cosiddette Hca, ammine eterocicliche).

grigliata di ferragosto

LA FRUTTA 

Per chiudere in  bellezza il vostro barbecue serve un dessert e questo si prepara con la frutta. Ad esempio con pesche, ananas, fichi e banane.

Le pesche: marinatele con vino bianco e menta. Poi scottatele un paio di minuti sulla griglia e riempitele con il gelato. al cocco.

L’Ananas: marinatura in una ciotola con miele, burro fuso e succo di limone (per almeno 30 minuti). Poi sulla griglia per pochi  minuti abbinate le fette di ananas con un gelato alla vaniglia

Fico: incidetelo a croce e apritelo leggermente a fiore, poi scottatelo per qualche minuto sulla griglia, mentre cuoce inserite un pezzo di cioccolato fondente che si scioglierà piano piano e, al momento di servirlo, aggiungete anche della panna fresca o della ricotta con del miele.

Banane: tagliate a fette longitudinali e cuocetele per 8 minuti. Potete spolveratele con dello zucchero per farle caramellare oppure servitele col della salsa al cioccolato fondente o con del cocco grattugiato.

 

di Gianluca Bianchini 14/08/2023

Gli ultimi Articoli

PIANOSTRADA: CHE DELUSIONE IL RISTORANTE PIU’ IN VOGA DEL MOMENTO

PIANO STRADA E' UNO DEI LOCALI PIU' IN HYPE DEL MOMENTO E META DEI...

5 ERRORI PIÙ COMUNI CHE COMMETTONO LE STEAK HOUSE CON IL VINO

IL VINO SERVE NON SOLO A MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA TUA PROPOSTA GASTRONOMICA MA...

MACELLERIA PASSINI L’ANTICO CHE DIVENTA NUOVO

LA STORICA MACELLERIA PASSINI DI GAGGIO MONTANO, PICCOLO CENTRO IN PROVINCIA DI BOLOGNA, CAMBIA...

NIENTE GAS E NIENTE FORNELLI IN QUESTO RISTORANTE SOLO BRACE VIVA

IL FUOCO NON SCENDE A COMPROMESSI, CHIEDE SOLO L'ECCELLENZA PER QUESTO ROCCO CAGGIANO HA...

SCOPRI ALTRI ARTICOLI SIMILI

PIANOSTRADA: CHE DELUSIONE IL RISTORANTE PIU’ IN VOGA DEL MOMENTO

PIANO STRADA E' UNO DEI LOCALI PIU' IN HYPE DEL MOMENTO E META DEI...

5 ERRORI PIÙ COMUNI CHE COMMETTONO LE STEAK HOUSE CON IL VINO

IL VINO SERVE NON SOLO A MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA TUA PROPOSTA GASTRONOMICA MA...

MACELLERIA PASSINI L’ANTICO CHE DIVENTA NUOVO

LA STORICA MACELLERIA PASSINI DI GAGGIO MONTANO, PICCOLO CENTRO IN PROVINCIA DI BOLOGNA, CAMBIA...