•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COSE MAI VISTE PRIMA : IL DISTRIBUTORE AUTOMATICO IN MACELLERIA SI TROVA A MAROSTICA IN PROVINCIA DI VICENZA E DÀ UN TOCCO DI MODERNITÀ AL MONDO DELLE CARNI

Come i tabaccai anni fa anche la macelleria si rinnova e con il distributore automatico finalmente apre al futuro. O meglio: apre h24, festivi compresi.

L’intuizione è venuta a due singolari fratelli del vicentino, Andrea e Valter Fontana, rispettivamente di 43 e 46 anni, i quali più che macellai sembrano musicisti heavy metal, con tanto di barba, grembiule e berretto nero di ordinanza. Ispirati da alcuni amici, hanno deciso di innovare un’attività che dura da ben tre generazioni.

Così nel dicembre del 2016, accanto all’uscio del negozio, è apparso un bell’armadio frigo con dentro tanta carne fresca. E ora in quel di Marostica per fare la spesa basta solo qualche moneta e un codice.

Il distributore automatico

IL DISTRIBUTORE  AUTOMATICO IN MACELLERIA 

Se n’è accorto anche il governatore del Veneto Luca Zaia che un giorno si è presentato in macelleria per acquistare una Fiorentina. Ci è giunto grazie ad un articolato passaparola che dai concerti rock è arrivato fino al palazzo del governatore, il quale, soddisfatto, ha fatto i pubblici complimenti ai due estrosi macellai.

Il distributore automatico – Il governatore del veneto Luca Zaia con a sinistra Valter Fontana e a destra il fratello Andrea

DISTRIBUTORE AUTOMATICO IN MACELLERIA  – I PRODOTTI

Ma perché affiancare un distributore automatico accanto alla macelleria? “Noi siamo in una frazione di 900 abitanti dove non c’è un importante viavai di gente e, quindi, per domenica e lunedì, che siamo chiusi, abbiamo pensato di mettere il distributore“. Valter spiega in questo modo il motivo della sua scelta. Lo fa con un tono di voce cordiale di chi è abituato ad ascoltare i clienti. Che tagli sono presenti nel distributore? Di norma gli stessi che sono presenti in negozio.

Si va dai tagli adatti al barbecue tipo costate e costatine di maiale ai classici preparati quali hamburger e tartare. Ma nelle vaschette c’è spazio anche per insaccati e prodotti di largo consumo. Così i marosticensi se vogliono, anche fuori orario, possono preparare della pasta fresca al ragù.

Il distributore automatico – Tartare

DISTRIBUTORE AUTOMATICO IN MACELLERIA  – QUALITA’ SEMPRE

Tanti prodotti, quindi, ma con un unico comune denominatore, la freschezza. Un mantra recitato già al banco carni dove le fettine preconfezionate sono bandite. Anche se un alimento scade fra due settimane – spiega Valter – noi lo ritiriamo il giorno dopo e lo sostituiamo con uno più fresco. Non aspettiamo che arrivi a scadenza, perché vogliamo che la gente compri solo prodotti di giornata”. 

E la freschezza è d’obbligo anche se si verifica un malfunzionamento. Ad esempio, se va via la corrente, la macchina, grazie ad una scheda SIM, avvisa i titolari che così hanno tutto il tempo per intervenire. Inoltre, a preservare l’integrità del prodotto c’è anche un sofisticato sistema di spostamento che carica l’articolo e lo porta giù senza che subisca urti o ammaccature.

Il distributore automatico – Costate

DISTRIBUTORE AUTOMATICO IN MACELLERIA   – VIVA IL CHILOMETRO ZERO

Un accorgimento utile visto che le costate sono sotto vuoto e l’altezza di oltre due metri del distributore. Una curiosità: uno scomparto del distributore è riservato esclusivamente ai clienti di fiducia, i quali, con un apposito codice, ritirano la spesa e poi la pagano il giorno dopo al negozio.

Sicuri però che le bistecche sono genuine, perché chiosa Valter “io al lunedì faccio il giro dei contadini per scegliere le bestie da macellare e sto bene attento a come vengono allevate e a cosa mangiano”.

Quindi, anche se moderno e luminoso, nel distributore è contenuta tutta la freschezza di una lavorazione tradizionale e soprattutto a km 0.

Gianluca Bianchini 20/02/2018