HomeRubricheQui RomaOFFICINE ITALIA APRE A ROMA: TUTTO BELLO MA LA CARNE CHISSA' COM'E'

OFFICINE ITALIA APRE A ROMA: TUTTO BELLO MA LA CARNE CHISSA’ COM’E’

PUBBLICATO IL

spot_img

CI HANNO INVITATO NEL NUOVO STORE DI OFFICINE ITALIA A ROMA, DOPO I PUNTI VENDITA DI MILANO E MESTRE. UNO SPAZIO DIVISO SU TRE PIANI DOVE POTRETE PERDERVI TRA GLI SCAFFALI DI PRODOTTI O TRA LE VOCI DEL MENÙ. CI HANNO FATTO ASSAGGIARE QUALCOSA, QUALCOS’ALTRO (LA CARNE) CE LA SIAMO ANDATA A CERCARE NOI.

Officine Italia era un temporary store all’interno di Eataly. Col tempo, la loro è diventata un’esperienza autonoma. Dopo il successo di Milano e Mestre, sono sbarcati a Roma e hanno ben pensato di invitare un po’ di giornalisti, mettere in lucido l’argenteria e mostrarci quello che di buono hanno da offrire. La location è delle più suggestive, anche se tradisce l’imprinting dell’impresa: solo un forestiero la può chiamare “piazza della Repubblica”. Piazza Esedra – com’è conosciuta dai romani – è a due passi dalla stazione Termini e rappresenta uno dei varchi maggiormente usati dai turisti per accedere al centro storico. Trovare qui un avamposto di qualità culinaria è un piacere, scoprire che ha sostituito il McDonald’s è una gioia.

OFFICINE ITALIA SALA
LA SALA AL PIANO SUPERIORE

DA MILANO CON FURORE

Il piano terra e il seminterrato sono adibiti a mercato, con un bar e l’enoteca. Lo stile è un po’ quello di Eataly o, se vogliamo, da Mercato Centrale ma qui potrete trovare prodotti a marchio Officine Italia: dalle marmellate ai succhi di frutta, fino alle bibite è – quasi – tutto bio. Al piano superiore, invece, trovate le sale e le cucine del ristorante. È tutto a vista, per mantenere quel concept da laboratorio artigiano in cui lo chef cucina, tu guardi e magari impari anche qualcosa. Oggi se non fai lo stesso non sei nessuno. 


Il nuovo store di piazza Esedra vuole essere un punto di riferimento, non solo per privati e turisti ma anche per le aziende. All’interno del locale verranno organizzati laboratori e giornate di team building per grandi società. I dipendenti impareranno le tecniche di cottura e di preparazione; lavorando in gruppo conosceranno l’importanza della cura del dettaglio, oltre che a riconoscere una buona materia prima. Un modo diverso di vivere la ristorazione e una via per imparare a conoscere le materie prime e l’importanza della qualità. Da Milano assicurano che funziona.

OFFICINE ITALIA CHEF
PERSONALE PREPARATO

Tutto è molto milanese, dalla proprietà ai manager che abbiamo incontrato e che ci hanno aiutato a orientarci. Il menù, ricco di alternative e icone per chi soffre di intolleranze alimentari, aiuta a orientarsi in una scelta vasta: c’è pure un piccolo colosseo e una I di information accanto ai piatti tipici della tradizione laziale. Un dettaglio evidentemente studiato per gli stranieri e che un po’ tradisce la natura turistica dell’impresa. Non che sia un male, soprattutto se si vogliono abituare i visitatori a riconoscere un’amatriciana espressa da quelle schifezze surgelate che servono negli affollati bar di piazza Venezia.

OFFICINE ITALIA : E LA STEAK HOUSE (?)

Veniamo alla ciccia. Ad essere onesti ci aspettavamo di assaggiare la tanto decantata carne di Officine Italia. Sul sito, sui volantini e anche in giro per il locale, si fa un gran parlare e fotografare di bistecche e tagliate di Black Angus, Chianina e Wagyu. Ecco, tutto questo è rimasto limitato a chiacchiere e fotografie. A Braciamiancora siamo abituati ad assaggiare prima di valutare, quindi verdetto rimandato. Però abbiamo potuto vedere in esclusiva qualcosa che ci ha incuriosito e che potrebbe convincerci a tornare: la griglia. Praticamente un intero piano del locale è dedicato alla preparazione e alla cottura della carne. Una enorme griglia basculante, realizzata su misura appositamente per questo locale, alimentata a carbone vegetale e studiata per una cottura perfetta. Tutto è realizzato in loco, dove gli addetti della macelleria sporzionano i grandi pezzi di carne e realizzano gli hamburger gourmet.

VINO OFFICINE ITALIA
UN’AMPIA SCELTA DI VINI LOCALI

Abbiamo provato, invece, i vini e le birre proposte da Officine Italia nel proprio menù. Vini biologici e birre artigianali: tutto proviene da vitigni e birrifici italiani. Una ricerca non banale e che arricchisce un menù già ampio. Ovviamente tutto è in vendita, quindi potrete portarvi a casa una bottiglia del vino o della birra che avete assaggiato a tavola. Peccato che non sia lo stesso per la carne: ci sarebbe piaciuto un piccolo angoletto dedicato alla macelleria accanto a tutti gli altri prodotti che riempiono gli scaffali del piano terra. 

Di Giulio Gezzi 23 Aprile 2019

Gli ultimi Articoli

COME VERRANNO SELEZIONATE LE MIGLIORI 50 STEAKHOUSE D’ITALIA

LE 50 MIGLIORI STEAKHOUSE D'ITALIA VERRANNO PREMIATE ASSEGNANDO LE PRESTIGIOSE FIAMME DI BRACIAMIANCORA SIMBOLO...

QUESTO E-COMMERCE SI ISPIRA ALLE BOTTEGHE DI PROVINCIA

GRAZIE ALLA FILIERA RIZZIERI CON UN SEMPLICE CLIC FAI ARRIVARE A CASA TUA LA...

IL PESCE FROLLATO NON E’ UNA MODA

HO MANGIATO IL PESCE FROLLATO E HO CAPITO CHE NON E' UNA MODA MA...

COSA ABBIAMO FATTO DI MALE PER MERITARCI LA WAGYUANARCHIA

IL FOOD PORN NON FA SCONTI: IL WAGYU LA PREGIATA E RICERCATISSIMA CARNE GIAPPONESE...

SCOPRI ALTRI ARTICOLI SIMILI

COME VERRANNO SELEZIONATE LE MIGLIORI 50 STEAKHOUSE D’ITALIA

LE 50 MIGLIORI STEAKHOUSE D'ITALIA VERRANNO PREMIATE ASSEGNANDO LE PRESTIGIOSE FIAMME DI BRACIAMIANCORA SIMBOLO...

QUESTO E-COMMERCE SI ISPIRA ALLE BOTTEGHE DI PROVINCIA

GRAZIE ALLA FILIERA RIZZIERI CON UN SEMPLICE CLIC FAI ARRIVARE A CASA TUA LA...

IL PESCE FROLLATO NON E’ UNA MODA

HO MANGIATO IL PESCE FROLLATO E HO CAPITO CHE NON E' UNA MODA MA...