HomeRubricheNews7-BONE STEAK, ECCO UN’ALTRA BISTECCA (AMERICANA) BUONA ED ECONOMICA

7-BONE STEAK, ECCO UN’ALTRA BISTECCA (AMERICANA) BUONA ED ECONOMICA

PUBBLICATO IL

spot_img

LA 7-BONE STEAK E’ UN TAGLIO BOVINO DAVVERO SINGOLARE SI RICAVA DELLA SPALLA ED E’ CARNOSO E RICCO DI CONNETTIVO PER QUESTO MOTIVO GLI AMERICANI PIU’ CHE GRIGLIARLO PREFERISCONO METTERLO IN PENTOLA O AFFUMICARLO

Calcisticamente parlando il numero sette rappresenta uno dei ruoli più offensivi e dal punto di vista fisico uno tra i più impegnativi in assoluto. L’ala destra, infatti, ha avuto in passato e ha tuttora interpreti eccezionali, basti dire che l’acronimo di Cristiano Ronaldo è CR7 e che Lionel Messi, come il suo collega portoghese, ha spesso giocato su quella fascia a inizio carriera.

Solo per questo motivo, dunque, sapere che nel mondo delle bistecche ce n’è una che si chiama 7-Bone Steak (la bistecca a forma di numero sette) è per gli amanti della carne (e del pallone) un richiamo irresistibile, quasi come il canto delle sirene per Ulisse o una porterhouse per Charles Dickens.

Gli esperti del settore dicono che seppure si ricavi dal Chuck, una delle sezioni meno pregiate del bovino, la 7 Bone-Steak in realtà rappresenti un vero e proprio laboratorio sensoriale, perché si compone, udite udite, di ben sette distinte parti anatomiche. Un vero e proprio coacervo di sapori quindi.

Essendo però un taglio non proprio nobile, bisogna saperlo valorizzare e qui emerge tutta la maestria dello chef che deve essere un vero asso per sfornare una bistecca all’altezza che so di un Garrincha o di un Bruno Conti. Insomma, una bistecca degna di portare con onore il glorioso numero sette.

7-Bone Steak

7-BONE STEAK : IL CHUCK

Il Chuck è una sezione del quarto anteriore che comprende sia il collo che la spalla del bovino. Non si può certo definire una parte pregiata, tendenzialmente, infatti, è tenace e ricca di collagene, motivo per cui in Italia se ne ricavano solo tagli per il bollito o il brasato.

Per gli amanti delle bistecche ci sono però due ottime notizie. La prima è che il Chuck comprende tagli dal gusto letteralmente esplosivo, molto saporiti e appaganti, una vera golosità per gli amanti del genere. La seconda è che si parla di una parte anatomica formata da numerose fasce muscolari sovrapposte e che può essere lavorata in modo da ricavarne tanti tagli, ciascuno con le proprie caratteristiche.

Tra questi ci sono la Chuck arm Steak, la Blade chuck Steak e infine la nostra  7-Bone Steak

7-Bone Steak

LA 7-BONE STEAK AFFUMICATA 

La 7-Bone Steak, essendo ricca di collagene, non è adatta per la griglia, meglio quindi brasarla o affumicarla.

Per affumicarla procedete nel seguente modo. Applicate un buon rub per il brisket e iniziate ad affumicare a una temperatura di 110 °C per circa un’ora e per pezzature di mezzo chilo con scalzo superiore ai due centimetri e mezzo. Per bistecche meno spesse, invece, riducete il tempo di affumicatura a 30 o a 45 minuti.

Potete anche affumicare diverse di queste bistecche allo stesso tempo, basta che ci sia abbastanza spazio fra una e l’altra, così da cuocere la carne in modo uniforme. Poi, una volta raggiunta una temperatura interna di 85 °C, togliete la bistecca dall’affumicatore.

A causa del ricco tessuto connettivo non è facile affettare una 7-Bone Steak. Poco importa, è comunque perfetta per un pulled beef: Aggiungete, quindi, una salsa barbecue che si usa per il brisket e servite la carne sfilacciata in un panino. Una 7-bone steak non avrà lo stesso sapore o la stessa consistenza di un brisket, ma è comunque un piatto gustoso e soprattutto a buon mercato.

7-Bone Steak
Pot Roast

7-ROAST POT, IL BRASATO

Alcune macellerie in America vendono questa bistecca col nome di 7-Bone Roast (o pot roast). In pratica si tratta di un brasato molto comune dall’altra parte dell’oceano. Nella pentola, quindi, ci vanno tanti ingredienti: verdure, brodo e diversi tipi di seasoning (soprattutto liquidi e tra questi ovviamente anche il vino). Quando la carne sarà pronta l’attesa sarà ricompensata con un piatto gustoso, originale e opulento. I tagli più spessi, infatti, sono anche quelli più carnosi, quindi, perfetti per saziare un’intera famiglia di carnivori affamati.

di Gianluca Bianchini 02/05/2021

Gli ultimi Articoli

NON TROVO CAMERIERI MA NON VOGLIO PAGARLI DI PIU’

MI SONO RITROVATO PER CASO A FARE DUE CHIACCHIERE CON UNO RISTORATORE SUL DELICATO...

PERCHE’ LA FROLLATURA DELLA CARNE C’E’ SFUGGITA DI MANO

DIECI ANNI FA FROLLATURA DELLA CARNE NON LA CONOSCEVA NESSUNO OGGI ANCHE IL RISTORANTE...

CI VUOLE DEL CORAGGIO PER PUBBLICARE LA GUIDA DI BRACIAMIANCORA

SOLO DEI CORAGGIOSI NONCURANTI DEL POLITICAMENTE CORRETTO IN SALSA VERDE POTEVANO PUBBLICARE UNA GUIDA...

TI PIACE LA BISTECCA ALLA FIORENTINA E TIFI PER LA CARNE SINTETICA? ALLORA SEI PROPRIO MATTO

LA CARNE SINTETICA NON PUÒ DIVENTARE OGGETTO DI UN DIBATTITO IDEOLOGICO LA VERITÀ È...

SCOPRI ALTRI ARTICOLI SIMILI

NON TROVO CAMERIERI MA NON VOGLIO PAGARLI DI PIU’

MI SONO RITROVATO PER CASO A FARE DUE CHIACCHIERE CON UNO RISTORATORE SUL DELICATO...

PERCHE’ LA FROLLATURA DELLA CARNE C’E’ SFUGGITA DI MANO

DIECI ANNI FA FROLLATURA DELLA CARNE NON LA CONOSCEVA NESSUNO OGGI ANCHE IL RISTORANTE...

CI VUOLE DEL CORAGGIO PER PUBBLICARE LA GUIDA DI BRACIAMIANCORA

SOLO DEI CORAGGIOSI NONCURANTI DEL POLITICAMENTE CORRETTO IN SALSA VERDE POTEVANO PUBBLICARE UNA GUIDA...