ESPETADA GLI SPIEDINI DELL’ATLANTICO

LE ESPETADA SPECIALITA’ TIPICA DELL’ISOLA DI MADEIRA (PORTOGALLO) SONO SPIEDINI DI MANZO MARINATI INFILZATI IN BASTONCINI DI ALLORO E COTTI ALLA BRACE

Tra i piatti preferiti da Cristiano Ronaldo, il fuoriclasse portoghese della Juventus, oltre alle bistecche ci sono anche gli spiedini, in particolare quelli della sua terra di origine, Madeira, un’isola avventurosa circondata dall’Atlantico e che dall’alto delle sue montagne guarda le coste nord-occidentali dell’Africa. Qui gli spiedini si chiamano espetada e la ricetta tipica prevede solo carne di manzo, marinata e cotta alla brace. Si tratta quindi di spiedini facili da preparare, particolarmente indicati per le feste e immancabili nei menù dei ristoranti della zona. Inoltre, si mangiano in modo davvero curioso, perché le espetada si lasciano appese a un gancio così da far gocciolare i succhi saporiti sul bolo de caco, una focaccia locale, e il milho frito, una specialità a base di farina di mais. Ma volendo il contorno si può comporre anche con burro all’aglio e insalate varie. Insomma, un piatto niente male che fa alzare il pollicione anche all’asso del calcio portoghese.

Espetada
Gli spiedini di Madeira si preparano con carne di manzo bastoncini e foglie di alloro

ESPETADA : UN PO’ DI STORIA

In passato le espetada venivano servite durante i pellegrinaggi, occasioni uniche per la gente comune non abituata alla costosa carne di manzo che tra l’altro in quelle occasioni si accompagnava con del buon pane e del buon vino. Poi negli Anni ’50 a Camara de Lobos, un piccolo borgo meridionale vicino a Funchal aprì As Vides, un ristorante specializzato nella preparazione delle espetada. L’entusiasmo suscitato sia tra i locali sia tra i turisti fu tale da spingere anche altri ristoratori della zona ad includere nel loro menù questi deliziosi spiedini e in alcuni casi addirittura ad aprire locali dedicati solo alle espetada. Ma le espeda di As Vides sono tuttora considerate le migliore dell’isola.

Espetada

ESPETADA : COME PREPARALA

La ricetta originale vuole che le espetada si preparino con filetto e controfiletto, tagli teneri ma che per questo piatto devono avere anche un buon grado di marezzatura. Se poi il controfiletto è ricoperto da un strato di grasso esterno meglio ancora, sciogliendosi renderà la carne ancora più succosa. In genere il segreto di una buona espetada consiste in una frollatura lieve al massimo 14 giorni, dopodiché la carne si taglia a cubetti da 3,5 a 5 cm e la si si lascia a temperatura ambiente. In genere per la marinata si usano aglio ed alloro pestati in un mortaio e poco prima di grigliare sugli spiedini si cosparge anche il sale.

Espetada

COME CUOCERLA

In genere per la brace si usa la vite ma si possono usare anche legni alternativi come acero, betulla e quercia. Inoltre, per grigliare in modo perfetto le espetada si usano bastoncini di alloro; si cuociono ad una distanza di almeno 10 cm dal fuoco e si girano di tanto in tanto per ottenere una doratura uniforme. Infine, oltre al manzo si possono usare anche altri tipi ci carne, ad esempio maiale (soprattutto le salsicce), pollo e anche verdure, ma ovviamente così non avremo più le tipiche espetada di Madeira, quelle che si mandano giù con un buon bicchiere di sangria fresca.

di Ludovico A. Rosto 14/09/2020