MR. BEST BUTCHER – FRANCESCO CAMASSA

PARTENDO DA UN PICCOLO CENTRO DEL SALENTO FRANCESCO CAMASSA SI E’ CONFRONTATO CON I PIU’ GRANDI ARTIGIANI AL MONDO DIMOSTRANDO DI ESSERE UNO DEI MIGLIORI IN ASSOLUTO ECCO PERCHE’ RAPPRESENTA L’ORGOGLIO E IL RISCATTO DEL MEZZOGIORNO

“L’avventura più grande che si possa vivere è vivere l’avventura dei propri sogni”

E’ stato inserito nel World Team 2018. Un onore che il World Butchers’ Challenge concede ai sei macellai più bravi al mondo. Un riconoscimento a cui gli anglosassoni conferiscono un titolo sensazionale, quello di Best Butchers’ in the World. Quindi, quando a settembre sbarcherà a Sacramento, per la prossima edizione del WBC, la California lo accoglierà con i migliori onori. “Buon giorno Mr Best Butcher,” gli sorriderà la receptionist dell’albergo e la stessa formula se la sentirà ripetere ovunque andrà: al ristorante, nelle uscite serali e in quelle istituzionali. E infine se la sentirà ripetere anche al Golden 1 Center, un’arena NBA pronta ad ospitare il mondiale di macelleria. Qui dopo un saluto alla giuria, raggiungerà il banco gara senza scomporsi, per dimostrare al mondo cosa sa fare e chi è davvero Mr Best Butcher.

UN FUORICLASSE ASSOLUTO

Mr Best Butcher, al secolo Francesco Camassa, classe 1966, è originario del Salento. Fiero, complesso e generoso di carattere è molto simile a un primitivo di Manduria e come gli acini di questa uva è maturato in fretta. Merito di una terra baciata dal sole e che sente il sospiro del mare, ma anche di una carriera iniziata da giovanissimo. Grottaglie, il paesino in provincia di Taranto che gli ha dato i natali, famoso per i vitigni e le belle ceramiche, resta il centro della sua vita. Come al centro della sua vita c’è Chiara, la moglie, e le due figlie, Alessia e Fabiana. A loro va tutto il suo amore e in cambio riceve forza e coraggio.

Mr Best Butcher è un orgoglio della Puglia al pari di una stella come Checco Zalone. Con l’attore barese sembra non avere nulla in comune, troppo serio e professionale per assomigliargli in qualche modo, eppure a ben guardare qualcosa in comune ce l’hanno: sono entrambi dei numeri uno. Checco è un numero uno assoluto nella comicità, Francesco è un numero uno assoluto nell’arte macellaia. La sua maestria nella frollatura è nota e apprezzata in tutta Italia. I clienti, infatti, pur di assaggiare i suoi prodotti giungono a Grottaglie da ogni parte della Puglia e anche oltre.

FRANCESCO CAMASSA, IL RISCATTO DEL MEZZOGIORNO

Mr. Best Butcher vanta una macelleria che è una dichiarazione d’amore all’arte dell’affinamento. Lombate provenienti da tutto il mondo sprigionano sentori di stagionatura, di nocciola e ciliegia, burro e cioccolata. Chi frequenta la sua macelleria si spinge oltre, afferma che questi prodotti hanno una personalità unica, perché si sente la mano di un grande professionista, si sentono la cura, la passione e l’abilità di Francesco. Anche salumi e preparati meritano un assaggio, sono speziati con note agrumate per donare freschezza e ingentilire il gusto. E la filosofia dell’affinamento continua col vino, l’aceto balsamico e i formaggi locali.

Mr Best Butcher ha insegnato a tutti che più è difficile la vittoria più grande è la felicità. Per questo è tanto amato: perché rappresenta il riscatto del Mezzogiorno. Una terra zavorrata da tanti mali, è vero, ma con mille risorse e un grande cuore per potersi rialzare. Pur partendo da un piccolo centro dell’entroterra pugliese, non ha mai avuto paura di confrontarsi con nessuno, anzi rimanendo sempre sé stesso è riuscito ad affermarsi fino diventare un punto di riferimento per tanti giovani che vogliono diventare macellai.

Mr Best Butcher è un vanto della sua Grottaglie, perché in provincia piacciono le personalità come la sua. E’ schietto, genuino e autentico. E’ un artigiano completo che conosce tutti gli aspetti del mestiere. Prima ancora di essere un maestro di frollatura, infatti, è un maestro del disosso. Dategli un coltello e vedrete come vi lavorerà una mezzena di maiale. Vi lascerà a bocca aperta.

COME VINCERE IL PROSSIMO WBC

Mr Best Butcher è il leader della Nazionale Italiana Macellai, una squadra che vuole portare in cima al mondo. Non gli basta più un titolo individuale. Vuole di più. Vuole vincere assieme ai suoi compagni. Per Sacramento si è fatto confezionare tre divise. Tre come il numero della perfezione, una qualità importante per vincere. Una divisa la indosserà per le libere uscite perché se si ha stile bisogna dimostrarlo; una la indosserà per gli eventi ufficiali perché gli impegni è abituato a prenderli sul serio; e una la indosserà in gara perché per vincere bisogna sentirsi comodi. Anche così vuole far colpo sulla giuria, per dimostrare di essere ancora un Best Butcher e di avere per amici autentici campioni.

di Gianluca Bianchini